Quotidiani locali

COMMISSIONE

Pari opportunità, non c’è solo l’8 marzo

Presentata una serie di iniziative tra cui letture e dibattiti nelle scuole

L’8 marzo «non è la sola data in cui esaurire le manifestazioni a favore dell’emancipazione e della parità». Partendo da qui Comune, Commissione Pari opportunità e le associazioni femminili “Luna e l’altra” e “Aidia”, che raggruppa le donne ingegneri e architetti, hanno allestito una serie di iniziative. Oggi la prima: alle 9 all’istituto Nautico e alle 11 alla scuola Fran Milcinski la lettura ad alta voce della Convenzione sull’eliminazione di tutte le forme di discriminazione nei confronti della donna (Cedaw). «Quest’anno - ha spiegato la presidente della Commissione Pari opportunità, Ornella Urpis – concentreremo l’attenzione, nella discussione con gli studenti a fine lettura, su diritto al lavoro, salute sessuale educazione, vita politica, accesso al mondo dello sport». Saranno poi coinvolte le scuole Corsi, Carducci, Campi Elisi.

La Commissione pari opportunità sta anche raccogliendo testimonianze delle donne che sono riuscite professionalmente in ambiti tradizionalmente riservati agli uomini, nello specifico quelli tecnici. «Per stimolare la studentesse delle scuole medie – ha proseguito Urpis – a orientarsi anche verso una formazione scolastica di impronta tecnica». Un’ulteriore iniziativa, la messa in rete della documentazione del lavoro fatto dalle donne che hanno ricoperto nel tempo cariche pubbliche nell’ambito del Comune. La vicesindaco Fabiana Martini ha

annunciato due eventi: «Il 26 marzo al Revoltella si parlerà del problema delle donne utilizzate dal marketing. Venerdì 28 invece alle 17 in occasione dell’apertura del giardino di via Boccaccio illustreremo i progetti di intitolazione di siti pubblici a figure femminili».

Ugo Salvini

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie