Quotidiani locali

IL SERVIZIO DI CONSULENZA PSICOLOGICA

Ansia da esame: sempre più studenti chiedono aiuto allo sportello Erdisu

Ansia da esame? È normale la si possa sentire ma se questa diventa patologica si rischia di arenarsi nel percorso di studi facendo scendere a zero la propria autostima. Può capitare quindi che,...

Ansia da esame? È normale la si possa sentire ma se questa diventa patologica si rischia di arenarsi nel percorso di studi facendo scendere a zero la propria autostima. Può capitare quindi che, prima di preparare un esame all’università, ma anche durante il colloquio, ci si imbatta in momenti di stress, incertezze, blocchi che possono diventare un vero problema se non sono affrontati nel modo giusto. Per questo l'Ente per lo diritto allo studio (Erdisu) dal 2009 ha aperto uno sportello che offre servizi di consulenza psicologica gratuiti sia attraverso percorsi individuali che con seminari mirati per gli studenti di Università, Sissa e Tartini. I temi sono diversi: possono riguardare non solo l'ansia d'esame, ma anche l'autostima o come affrontare le problematiche alimentari o l'uso corretto degli psicofarmaci. Ieri si è tenuto l'ultimo appuntamento su “Donne e scienza” nel progetto “Indiscriminatamente” organizzato dall'Erdisu con il contributo del Servizio per le pari opportunità della Regione. Durante il seminario si è parlato appunto di ansia d'esame e come evitarla soprattutto per le studentesse iscritte alle facoltà scientifiche dove è alto il numero di studenti maschi e spesso si creano delle situazioni di isolamento nei gruppi di studio. Da qui è emersa la necessita di avere assistenza psicologica attraverso tre cicli di seminari, tra cui anche uno dedicato all'autostima e l'altro su come ricercare il lavoro e affrontare la selezione del personale.

E sono sempre più numerosi gli studenti che si mettono in contatto con il servizio di consulenza psicologica dell'Erdisu perché, come spiega la responsabile Raffaella Brumat, sono in aumento le richieste di aiuto: «Ogni mese abbiamo circa tra le 15 e le 20 nuove richieste di percorsi individuali e solo il 20% riguardano motivi legati allo studio. La maggior parte degli studenti, non c'è molta differenza tra maschi e femmine, hanno alle spalle problemi personali, familiari, relazionali spesso accompagnati da ansia o attacchi di panico e anche depressione che poi si riverberano sul percorso di studi«. È in aumento anche l'utilizzo degli psicofarmaci soprattutto per ridurre l'insonnia, per questo come spiega Brumat il prossimo ciclo di incontri sarà dedicato al sonno: «Ci sono molti giovani che troppo facilmente prendono psicofarmaci per dormire, noi interveniamo con incontri psico-informativi per dare agli studenti informazioni sicure e certe rispetto a quelle che magari si possono trovare in rete». Nel corso dei seminari, oltre a seguire i consigli degli esperti, vengono appunto anche messi in atto esercizi psicologici personalizzati sui pensieri che possono influenzare le performance durante l'esame».

Ivana Gherbaz

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

In edicola

Sfoglia il Piccolo
su tutti i tuoi
schermi digitali. 2 mesi a soli 14,99€

ATTIVA Prima Pagina
ilmiolibro

Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.