Quotidiani locali

Corso di formazione per futuri genitori promosso dalla Viarte

PALMANOVA. «Generare figli responsabili - l’educazione al giorno d’oggi» è l’interessante argomento che si sta sviluppando in una serie di stage a Palmanova. Si è tenuto, infatti, nei giorni scorsi...

PALMANOVA. «Generare figli responsabili - l’educazione al giorno d’oggi» è l’interessante argomento che si sta sviluppando in una serie di stage a Palmanova. Si è tenuto, infatti, nei giorni scorsi il primo incontro del corso di formazione per genitori “Dalla parte dei ragazzi, ma come genitori”, organizzato dall’associazione “la Viarte” Onlus. Don Vincenzo Salerno, pedagogista, ha affrontato il tema “Generare figli responsabili”, impostando la serata su un’iniziale lavoro in gruppi, dal quale sono emersi i numerosi cambiamenti avvenuti nel modo di educare da trent’anni fa’ ad oggi.

Innanzitutto, ha sottolineato il relatore, un tempo l’autorità del genitore era percepita come molto forte, mentre oggi c’è più spazio per il compromesso e si è più permissivi. Inoltre, una volta, il confine tra ciò che è giusto e ciò che è sbagliato era più definito, mentre oggi si verifica un relativismo generale che regna, accentuato dall’utilizzo delle nuove tecnologie, per le quali siamo bombardati da informazioni e stimoli. A partire da questi dati, don Vincenzo ha proposto una visione propositiva, asserendo che, pur essendo cambiati i tempi, ciò non significa che siano peggiorati ma semplicemente ci sono problemi di natura diversa. «Le nuove tecnologie – afferma don Vincenzo – hanno grandi potenzialità, e possono essere usate in modo positivo e funzionale se stiamo coi ragazzi e li educhiamo in un certo modo, con certi valori, e li rendiamo responsabili. Bisogna ricordarsi che la vita è felice in modo pieno solo se vissuta a certe condizioni».

Il compito dei genitori, sostiene il pedagogista, è dire ai figli quale terreno hanno sperimentato come solido per poter vivere felici e così mantenere la promessa di felicità che hanno fatto loro alla nascita. Mettere al mondo un figlio significa credere la vita degna di essere vissuta.

È inoltre importante rimbastire la rete miti–riti -leggi, che oggi viene meno, attraverso la quale i bambini e i ragazzi possano avere ben presenti dei modelli di vita onesta e possano vivere le tradizioni sperimentando gli importanti significati che queste veicolano. (a.m.)

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie