Quotidiani locali

Spento il rogo a Prosecco, riaperta la provinciale. E' caccia al piromane

Dopo gli incendi di ieri, ancora un rogo a Prosecco, spento nel pomeriggio. Fiamme a 50 metri dall’autostrada. Riaperta la provinciale

Un nuovo incendio è divampato sul Carso triestino, nella zona di Prosecco, provocando la temporanea chiusura della strada provinciale di Carso. È il quarto episodio del genere in tre giorni sull’altopiano, a ridosso con il confine sloveno. Squadre di Vigili del fuoco, Forestale e Protezione Civile sono impegnate sul posto per circoscrivere l’area interessata dalle fiamme e spegnere il rogo. I soccorritori erano già all’opera a un paio di chilometri di distanza per ultimare le operazioni di bonifica dopo lo spegnimento dei focolai dell’altro incendio, divampato nel pomeriggio di martedì, fra Trebiciano e il confine sloveno e domato soltanto all’alba, grazie anche all’ausilio di due elicotteri. Martedì mattina, invece, un altro rogo si era sviluppato nei pressi dell’abitato di Visogliano, causando la temporanea chiusura della ferrovia fra Trieste e Monfalcone; due giorni fa, invece, le fiamme avevano interessato una parte della pineta di Santa Croce, suggestivo borgo carsico affacciato sul Golfo di Trieste. Per gli inquirenti si tratta di incendi dolosi, opera di un piromane.

A causa dell’incendio che ha interessato una zona boschiva nei pressi Prosecco, è stato chiuso temporaneamente al traffico il tratto della strada provinciale del Carso che immette sul raccordo autostradale in direzione Venezia a partire dall’incrocio con la statale 202. Il fronte del rogo, infatti, ha coinvolto un’area che dista solo una cinquantina di metri dall’autostrada. Sul posto, oltre alle squadre dei soccorritori, anche Polizia e Carabinieri.

Nel tardo pomeriggio l’incendio è stato spento. La circolazione sulla strada provinciale del Carso, rimasta interdetta per circa due ore, è stata ripristinata. La task-force di soccorritori, che in tre giorni ha affrontato quattro incendi sull’altipiano carsico, ha deciso di mantenere operativa la vasca di acqua per il rifornimento degli elicotteri nei pressi di Visogliano (Trieste). I Vigili del fuoco, infatti, rimarranno in presidio anche durante la notte, per intervenire nel più breve tempo possibile in caso di una nuova emergenza. Considerato il caldo, la siccità e la possibile azione di piromani, l’allarme incendi continua a rimanere al massimo livello.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

In edicola

Sfoglia Il Piccolo
e porta il cinema a casa tua!3 Mesi a soli 19,99€

ATTIVA Prima Pagina
ilmiolibro

Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.