Quotidiani locali

In Croazia arriva la gogna per gli evasori

I nomi di chi non paga le tasse saranno resi pubblici. Il ministro delle Finanze Lini„: «Le norme ci sono e vanno rispettate»

TRIESTE. Tempi duri per gli evasori in Croazia. Per loro non solo il dovere di pagare quanto dovuto ma anche l’esposizione alla gogna pubblica e mediatica. Domani saranno resi noti, infatti, gli elenchi dei “birichini” con le tasse. I loro nomi saranno “esposti” su quello che in Croazia è già stato denominato metaforicamente “il murodella vergogna”. Su di esso finiranno, secondo alcune stime, 15.800 aziende, 31mila tra commercianti e imprenditori e 85mila contribuenti “normali”.

Se rendere pubblici o meno gli elenchi degli evasori è stato oggetto di un forte confonto politico all’interno del Parlamento croato che, alla fine, ha deciso per il “sì”. Sono stati però indicati alcuni parametri. Gli elenchi, infatti, conterranno i nominativi di chi contribuente “normale” ha un debito di oltre 10mila kune (1300 euro), degli imprenditori con debiti superiori a 50mila kune (6500 euro) e delle aziende con pendenze oltre le 100mila kune (13mila euro).L’iniziativa si inquadra nell’azione avviata dal ministero delle Finanze in risposta alle critiche giunte dall’Unione europea che definivano la Croazia un Paese con scarsa etica fiscale.

È scattata così la caccia all’evasore che ha portato negli ultimi mesi a scoprire molti contribuenti disonesti tra cui molti dipendenti pubblici e molte stelle dei media, del cinema e del teatro. I finanzieri croati nei primi sei mesi di quest’anno hanno poi scoperto un’evasione pari a 5 milioni di euro nei conti di circa 60 Paperon de Paperoni residenti nell’area di Zagabria.

Coloro i quali vedranno il loro nome pubblicato sul “muro della vergogna” sono ovviamente di cattivo umore in queste ore. Temono la derisione ma anche qualche azione sconsiderata nei loro confronti. Ma il governo e il ministero delle Finanze certo non si preoccupa di chi si preoccupa. Su questo argomento la parola d’ordine è: fare pulizia. Contro la “glasnost” dell’esecutivo Milanovi„ ha alzato la voce l’opposizione (centrodestra) che ha sostenuto che l’iniziativa varata dal ministro delle Finanze, il fiumano Slavko Lini„ è una sorta di «aggressione fiscale» che porterà al fallimento di numerose aziende e società. Il capofila degli arrabbiati è Zlatko Ževrnja, responsabile amministrativo del Comune di Dugopolje, municipalità tra le più ricche della Croazia. Ževrnja è anche membro del governo ombra recentemente allestito dall’Accadizeta dove svolge le funzioni di responsabile per l’economia.

L’esecutivo della coalizione Kukuriku (centrosinistra) però non si fa certo intimorire e fonti governative replicano che già il precedente governo guidato da Jadranka Kosor, sotto le pressioni dell’Unione europea, ha varato una norma in cui vi è l’obbligo di saldare i debiti nei confronti dello Stato tra i 30 e i 60 giorni.

«Purtroppo nessuno vuole rispettare questa legge - sostiene il ministro Lini„ - e per molti è praticamente impossibile operare nel campo degli affari e dell’imprenditoria secondo la normativa vigente». In effetti la collusione tra imprenditoria e politica era molto in auge ai tempi dell’Hdz al potere. Basti pensare ai fondi neri messi da parte dal partito dell’ex premier Jadranka Kosor e per i quali la stessa Accadizeta è finita sotto processo come persona giuridica, per capire quali fossero le connivenze tra ghota economico e ghota politico.

Resta anche il fatto che la Croazia è in pesante crisi economica, secondo agli analisti seconda solo dietro la Grecia, lo Stato è in difficoltà nel racimolare il denaro per pagare i dipendenti pubblici. A breve arriveranno i fondi strutturali dell’Ue inerenti all’adesione del Paese ex jugoslavo alla famiglia comunitaria. Il cui utilizzo resterà sotto la lente d’ingrandimento di Bruxelles. Quindi a Zagabria serve una svolta. Serve soprattutto pulizia.

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un commento

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

In edicola

Sfoglia il Piccolo
su tutti i tuoi
schermi digitali. 2 mesi a soli 14,99€

ATTIVA Prima Pagina
ilmiolibro

Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.