Quotidiani locali

E il catamarano salpa con il fotovoltaico

Il sistema della FreeSolar consentirà a “Enigma Infinito” di circumnavigare l’Italia senza scali

Partenza da Trieste per la prima missione di Enigma Infinito, il catamarano sportivo F18 dello skipper e alpinista “estremo” Maurizio Vettorato, che prevede la circumnavigazione in solitario dell’intera Penisola senza scali. Circa 1500 miglia, che il protagonista del progetto confida di percorrere in una decina di giorni. L’imbarcazione verrà varata, per poi iniziare la sua avventura per mare, questa mattina alle 10 lungo il Molo Sartorio, sede dello Yacht Club Adriaco.

“Motore” della barca da 18 piedi, in quello che è un autentico giro d’Italia, sarà il sistema fotovoltaico realizzato da FreeSolar, l’azienda di San Dorligo della Valle specializzata nelle soluzioni ad alta efficienza di questa tipologia: l’apparecchiatura assicurerà l’energia elettrica necessaria a sostenere la strumentazione di bordo del catamarano. La realtà triestina ha proposto un pannello fotovoltaico flessibile ad alta efficienza, ribattezzato Flex, che permette di raggiungere una performance superiore al 17%. Le celle fotovoltaiche di silicio policristallino che lo compongono sono state studiate e infine definite nella loro disposizione in modo da riuscire a sfruttare al meglio gli spazi dell’imbarcazione. Una caratterstica importante è anche quella della completa impermeabilizzazione del sistema, aspetto questo che garantirà a Vettorato - nel cui curriculum “estremo” figurano pure cinque traversate oceaniche con barche di differenti tipi - il suo funzionamento anche in mare aperto in qualsiasi condizione.

L’avventura che prende il via oggi rappresenta la prova generale del progetto Extreme Ski Yachting, traversata atlantica in programma tra agosto e settembre 2013. «Siamo particolarmente soddisfatti di “salire a bordo” di un’iniziativa senza precedenti come quella di Enigma Infinito - spiega Mauro Gasparetto, responsabile tecnico di FreeSolar -: per farlo abbiamo lavorato fianco a fianco con il team di Vettorato per progettare un sistema fotovoltaico in grado di coniugare innovazione e alta tecnologia».

Per FreeSolar l’applicazione delle proprie competenze di settore al mondo del mare e delle barche non è una novità assoluta. Già in occasione dell’ultima Barcolana, nell’ottobre scorso, era stato

presentato infatti il “Kit Boat”, kit fotovoltaico composto da un pannello in silicio policristallino flessibile, dotato di cablaggi e regolatore di carica, in grado di garantire l’alimentazione degli accumulatori presenti all’interno delle barche e dei camper, sfruttando l’energia solare.

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie