Quotidiani locali

Trenitalia, a rischio altri convogli passeggeri sulla Mestre-Trieste

L’annuncio durante un convegno sul trasporto su binario. Nuovi tagli «inevitabili se non ci saranno fondi a sostegno delle linee». L’assessore Riccardi: «A questo punto è inutile sparare sulle Fs»

Nuovi tagli ai servizi ferroviari passeggeri sono possibili in Friuli Venezia Giulia "se venissero meno i trasferimenti dello Stato". L'allarme a livello nazionale dell'amministratore delegato di Ferrovie dello Stato, Mauro Moretti, è stato ribadito a Trieste nel corso di un convegno organizzato dalla Cisl regionale dal direttore della Divisione trasporto regionale di Trenitalia, Francesco

Cioffi. In particolare, i possibili tagli potranno riguardare cinque coppie di treni che viaggiano tra Venezia Mestre e Trieste, via Cervignano e Udine. Si tratta di convogli definiti 'indivisi', ovvero che attraversano due regioni, percorrendo tratte esterne ai territori regionali.

Per l'assessore regionale ai Trasporti, Riccardo Riccardi, "sparare su Fs e Trenitalia non basta, perché quelle che mancano sono le politiche nazionali. A Moretti ho chiesto - ha aggiunto - di esplicitare che tipo di interesse ha per la nostra regione".

Il capo dipartimento ha espresso la disponibilità dell'azienda di valutare, qualora sussistano condizioni economiche profittevoli, di costituire una sorta di newco sul modello Trenord della Lombardia, anche con la società unica su ferrovia regionale


Lascia un commento

Trova Cinema

Tutti i cinema »

In edicola

Sfoglia il Piccolo
su tutti i tuoi
schermi digitali. Il primo mese è gratis.

Abbonati Prima Pagina
ilmiolibro

Oltre 300 ebook da leggere gratis per una settimana