Quotidiani locali

Soldi comunali all’associazione dell’assessore

Giacomelli interroga sulla delibera di 1200 euro per la festa di San Giacomo illustrata da Pellaschiar

di Claudio Ernè

Può un assessore comunale proporre una delibera di spesa che assegna 1200 euro ad una associazione di cui l’assessore stesso è stata presidente ed è tutt’ora consigliere? Può essere lo stesso assessore a fornire alla giunta i chiarimenti richiesti? Può la giunta approvare questa delibera di spesa all’unanimità, senza che l’assessore proponente esca dall’aula per evitare ogni possibile sussurro collegato a un potenziale conflitto di interessi o per lo meno all’emersione di una vistosa inopportunità? Inoltre l’associazione a cui sono andati i 1200 euro ha sede nel negozio di cui è titolare lo stesso assessore.

È questo in estrema sintesi il contenuto dell’interrogazione presentata dal vicecapogruppo del Pdl in Consiglio comunale, Claudio Giacomelli, già assessore al Patrimonio col sindaco Roberto Dipiazza.

La delibera, finita del mirino dell’opposizione alla giunta di centrosinistra, è la numero 338, varata il 18 luglio scorso. In quella data la giunta aveva assegnato 1200 euro all’associazione “San Giacomo, il nostro e il vostro rione”: scopo dichiarato nero su bianco, quello di organizzare la manifestazione - spettacolo “Aspettando San Giacomo” poi andato in scena il 6 agosto scorso nello spazio antistante la chiesa parrocchiale.

Erano stati offerti gratuitamente al pubblico stuzzichini e gelati, aranciate e acqua minerale. Sul palco si era esibito per un’ora il gruppo jazz “Ensamble Saxhuit” con sede a Muggia. Erano stati stampati dalla ditta “Iptras” un buon numero di volantini promozionali, costati 408 euro a cui si sono aggiunti altri 92 euro per la distribuzione. In sintesi ben 500 dei 1200 euro stanziati dalla giunta, hanno preso questa destinazione. Il resto è andato ai musicisti. Fin qui tutto chiaro.

Nel consiglio direttivo dell’associazione “San Giacomo, il nostro, il vostro rione”, secondo il sito internet della “ConfCommercio” citato dal consigliere Claudio Giacomelli, è presente Elena Pellaschiar, dal giugno scorso assessore comunale al Commercio e all’artigianato. Lo stesso sito indica come sede dell’associazione Campo San Giacomo. In dettaglio il numero 12, presso “Visus Ottica di Elena Pellaschiar”.

«Da quattro anni il Comune partecipa finanziariamente all’organizzazione di questo evento a San Giacomo. L’anno scorso ci aveva aiutato l’assessore Marina Vlah» spiega Elena Pellaschiar che conferma di essere presente oltre che nella giunta di Roberto Cosolini anche nel direttivo di “San Giacomo, il nostro, il vostro rione”. Dice che l’associazione ha 50 iscritti, tutti titolari di negozi ed esercizi pubblici di San Giacomo. «C’è anche il farmacista. Nostro scopo dichiarato è quello di vitalizzare il rione. I 1200 euro non sono andati a noi, all’associazione, bensì a chi ha lavorato per l’evento, passando direttamente dal Comune a chi aveva lavorato. Altri soldi li abbiamo messi di tasca nostra perché siamo consapevoli che deve essere rinsaldato il legame tra cittadini e commercianti che vivono e operano nello stesso rione. Sono quattro anni che l’evento va in scena e ritengo che non doveva essere azzerato perché sono diventata assessore al Commercio”.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

In edicola

Sfoglia il Piccolo
su tutti i tuoi
schermi digitali. 2 mesi a soli 14,99€

ATTIVA Prima Pagina
ilmiolibro

Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.