Quotidiani locali

letteratura per l’infanzia 

Agata Allegra insegna ai bambini ad accogliere chi viene da lontano

Nasce una nuova collana su progetto di Maria Pia Morelli con illustrazioni dipinte a mano dalla stessa autrice e testi in italiano e in inglese



L’educazione all’accoglienza è faccenda che si impara da piccoli. O meglio, non è mai troppo tardi per imparare determinati valori. Ma la letteratura, quella destinata all’infanzia, può rendere molto più naturale una formazione sensibile a ciò che la “diversità” può restituirci in termini di ricchezza e solidarietà. Nasce così la nuova collana “Agata Allegra”, per il veneto Peruzzo Editore su progetto di Maria Pia Morelli. Accoglienza, inclusione, ambientalismo, audacia e coraggio di osare sono i codici che dettano le storie. Storie di bambine coraggiose che dimostrano che tutto ciò che si può sognare si può fare, soprattutto difendono l’amicizia e combattono le ingiustizie. Il progetto nasce dalla scrittrice vicentina Maria Pia Morelli, già autrice di due libri per Marsilio e ora presente con queste sei storie, con testo sia in italiano che in inglese e illustrazioni dipinte a mano ad acquarello dalla stessa Morelli.

Attraverso l’energia delle due protagoniste la trama travalica i confini italiani, parte da Bassano del Grappa per giungere fino a Ravenna, in Puglia, a Londra e a Parigi. Già dal primo volume si evidenziano le difficoltà dell’accoglienza al diverso e la capacità di superare questa fase. Allegra infatti è una bambina cinese adottata da una famiglia veneta e che giungendo nella nuova dimora troverà una sua coetanea, Agata, non proprio felice di accogliere questa sorellina arrivata dall’altro capo del mondo. Ma presto diffidenza, gelosia e paura lasceranno il posto alla voglia di conoscersi e di vivere insieme parecchie avventure. I temi dell’adozione e dell’accoglienza sono affrontati con semplicità e vanno incontro in modo adeguato alle esigenze della prima fascia d’infanzia. Si inseriscono nei diversi plot anche gli animali, un gatto, un cane, una civetta e un coniglio, compagni di gioco ideali per imparare le possibilità creative che offre anche la natura.

In ognuno dei sei libri c’è una storia che ha un obiettivo preciso, ogni volta si affronta un nuovo valore: l’amicizia, la ribellione verso le ingiustizie, la progettualità del vivere, l’alimentazione sana, il rispetto per l’ambiente, il coraggio di osare, la consapevolezza nelle proprie capacità, insomma sono tutte storie fortemente motivanti. D’altra parte Maria Pia Morelli è autrice che già si è evidenziata in diversi progetti votati all’attenzione verso il sociale. Nel 2005 ha promosso a Trapani in occasione dell’America’s Cup alcune iniziative veliche a favore dei giovani

disabili ed è tra le 18 scrittrici dell’antologia di racconti “Io sono il Nordest” (Apogeo Editore), a cura di Francesca Visentin, progetto contro la violenza che sostiene il Centro Veneto Progetti Donna Onlus che aiuta le donne vittime di ogni tipo di violenza. —





TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro