Quotidiani locali

rassegna

Vita, stelle e idee di Margherita Hack fra scienza e teatro a Trieste

Continua la manifestazione dedicata alla signora delle stelle "Ricordando Margherita" 

Continua la manifestazione dedicata alla signora delle stelle, l’astrofisica Margherita Hack scomparsa cinque anni fa. Due gli appuntamenti in calendario lunedì 25 giugno per il ciclo d’incontri “Ricordando Margherita”: una conferenza pomeridiana e uno spettacolo teatrale serale. Si inizierà alle 18, nello spazio Trieste Città della Conoscenza in stazione ferroviaria, con la conferenza Dai picosatelliti alla materia oscura, organizzata con la collaborazione della rivista Oggiscienza ( www.oggiscienza.it) . Insieme ad Anna Gregorio (Università degli studi di Trieste - Picosats) e Chiara Di Paolo (Sissa - Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati), moderate dalla giornalista scientifica Eleonora Degano, si scopriranno tecniche e curiosità su come si studia lo spazio senza spostarsi dal pianeta Terra.

leggi anche:

Durante l’incontro si parlerà di satelliti e di materia oscura, e dei numerosi oggetti che spediamo nello spazio, dalle capsule Soyuz che portano gli astronauti sulla stazione spaziale internazionale fino alla Tesla lanciata in orbita da SpaceX di Elon Musk nel febbraio 2018. Ma quanti sanno a cosa servono? Di cosa parliamo quando diciamo di aver lanciato un “satellite” e quanto sono grandi questi oggetti? A cosa servono? Le due relatrici aiuteranno il pubblico a chiarire ogni dubbio. In serata invece si cambierà linguaggio e il racconto della vita di Margherita Hack sarà affidato al mezzo teatrale, con lo spettacolo 8558 Hack, per la regia di Diana Höbel. La pièce sarà proposta nell’ambito di Trieste Estate 2018, dalle 21 alle 23 nel Bastione Rotondo del Castello di San Giusto. Lo spettacolo, che prende nome da un asteroide dedicato alla scienziata, è un racconto che intreccia le vicende biografiche di Margherita Hack con gli avvenimenti storici del secolo scorso. Nei panni della scienziata l’attrice Sara Alzetta, che reciterà a fianco di Francesco Godina, con l’accompagnamento musicale originale e dal vivo di Baby Gelido (Daniele Mastronuzzi, drum machine; Stefano Mastronuzzi, chitarra elettrica) e Paolo Cervi Kervischer (sax).

Entrambi gli eventi sono gratuiti e aperti a tutto il pubblico. Si proseguirà quindi mercoledì 27 giugno con un altro doppio appuntamento a ingresso libero, affidato al giornalista scientifico e divulgatore Federico Taddia, grande amico di Margherita Hack. Insieme i due hanno pubblicato il libro “Perché le stelle non ci cadono in testa?”, a cui sono ispirati i due incontri in programma. Il primo si terrà alle 16 nello spazio Trieste Città della Conoscenza ed è dedicato in particolare ai più piccoli. Alle 18 invece l’evento si ripeterà alla libreria Lovat e sarà indirizzato a un pubblico di tutte le età. “Ricordando Margherita” è organizzato da INAF Osservatorio Astronomico di Trieste, SISSA, Università di Trieste, Immaginario Scientifico, Comune di Trieste e Università della Terza Età di Trieste. Per maggiori informazioni telefonare ai numeri 0403787634/3342150122 o scrivere a info@triesteconoscenza.it. È possibile inoltre visitare il sito http://www.triesteconoscenza.it.
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro