Quotidiani locali

La notte di Its 2018 i designer del futuro si svelano a Trieste

Presentato l’evento del 27 giugno al Magazzino 42 Dipiazza: «Uno spazio per l’archivio in Porto vecchio»

Il conto alla rovescia è partito: meno sei giorni alla 16° edizione di Its, il talent scouting made in Trieste, che culminerà la sera di mercoledì 27 con la premiazione dei 30 designer finalisti al Magazzino 42. Seicento gli inviti per quest’anno, con la promessa di aprire in futuro l’evento a tutta la città.

Nell’attesa, ieri è arrivato l’annuncio del sindaco Roberto Diapizza che, durante la presentazione dell’edizione di quest’anno del concorso, ha fatto una promessa: offrire al mondo di Its una sede in Porto vecchio. Precisamente all’interno del Magazzino 26. «Qui inseriremo il Museo dell’Antartide e l’Immaginario scientifico e anche Its, è un’idea che svilupperemo quest’anno – ha specificato –. In questo magazzino concentriamo tutto in un unico posto e inoltre porteremo in quell’area un Centro turistico, che sarà il punto di incontro per convogliare i turisti verso i diversi luoghi d’interesse».

Il progetto per Its in Porto vecchio vedrà dunque una commistione tra fashion e scienza, che Barbara Franchin, deux ex machina della piattaforma internazionale della moda, ha appreso con emozione. «Mi vengono le lacrime agli occhi, ho la pelle d’oca», ha detto.

Sarà all’interno dell’antico scalo dunque che si trasferirà e aprirà completamente al pubblico il prezioso Archivio di Its, ora ubicato in una mansarda di piazza Venezia, assieme a un’altra novità: Its Creative Archive Lab. Si tratta di un laboratorio che parte proprio dal contenitore che custodisce 17 mila portfolio dei giovani talenti che hanno partecipato alle 15 edizioni passate, gli oltre 220 abiti e 200 tra accessori e gioielli e più di 700 fotografie digitali.

Its quindi ha trovato la sua casa a Trieste, diventando «un laboratorio aperto a tutti»: dai bambini all’alta formazione verranno organizzati alcuni corsi appositi. Soprattutto i più piccoli, che potranno partecipare a corsi specifici. «Devono imparare a capire che cosa sono la lana, il cotone, toccandoli – ha spiegato Franchin – perché con la cultura digitale non si tocca più nulla, avremo altrimenti degli ignoranti sul piano materico e tattile, perché la matericità si sta perdendo così come gli odori, invece noi vogliamo celebrare la matericità». E per il post diploma Its ha pensato al format “Each one teach one”, dove «gli ex finalisti di Its tornano a insegnare alle nuove generazioni, quindi dei cicli d’insegnamento di cinque, sei giorni, brevi ma intensi con diversi tipi di professionalità». «Vogliamo trasmettere conoscenza. Avremo un archivio aperto sempre e un posto dove finalmente chiamare gli esperti di tecnologia e innovazione nel nostro territorio e in cui far parlare i nostri designer con la scienza. Speriamo anche di creare un laboratorio che sfornerà start-up».

Presente ieri inoltre l’assessore regionale alle Attività produttive Sergio Emidio Bini che, portando i saluti del presidente della Regione Massimiliano Fedriga, ha così commentato l’iniziativa: «Its porta Trieste e il Friuli Venezia Giulia nel mondo e garantisce grande visibilità al territorio. La Regione c’è e ci sarà accanto a un evento che va sostenuto e stimolato a crescere in quanto è la dimostrazione che volere è potere».

Intanto fervono i preparativi per la serata finale di mercoledì 27 giugno, che sarà condotta dalla stessa Barbara Franchin, per la prima volta al Magazzino 42. Sarà la data importante in cui la prestigiosa giuria del sistema moda internazionale sceglierà i vincitori tra un esercito di 30 giovanissimi artisti-stilisti di 17 nazioni diverse, tra cui due italiani.

Quest’anno le sezioni saranno Its Award (nome anche del nuovo premio offerto da Allianz del valore di 15 mila euro), che comprende moda, accessori e gioielli in un’unica categoria; l’altra è Artwork, ideato da Swatch, con un premio equivalente a 10 mila euro più un’esperienza professionale retribuita per sei mesi nell’azienda di Zurigo. Ma tante altre saranno le gratificazioni offerte. Molteplici i partner, sponsor, supporter, media partener e i technical supporter, non sono internazionali e nazionali ma anche del territorio Fvg «con cui abbiamo avuto un legame forte e abbiamo avuto un supporto corale», ha sottolineato

Franchin.

L’edizione 2018 sarà trasmessa anche attraverso la pagina Facebook di Repubblica. it, uno dei mediapartner della manifestazione assieme a Il Piccolo. Ci sarà anche una diretta alle 19. 30 con il Tgr Rai.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro