Quotidiani locali

al teatro bobbio

Con “Spari nel buio” si va in scena a favore del Burlo

Una commedia in dialetto che occhieggia al giallo, mettendo in scena anche la storia di Trieste, in un appuntamento con L'Armonia per sostenere l'acquisto di un'auto medica per l'ospedale infantile

TRIESTE Una commedia in dialetto che occhieggia al giallo, mettendo in scena anche la storia di Trieste, in un appuntamento con L'Armonia, al Teatro Bobbio, per sostenere l'acquisto di un'auto medica per il trasporto di materiali biologici a favore dell'ospedale infantile Burlo Garofolo.

Venerdì 4 maggio, alle 20.30, al teatro di via Ghirlandaio, il gruppo “Amici di San Giovanni” sarà in scena con lo spettacolo “Spari nel buio”, commedia in dialetto triestino in due atti, firmati da Giuliana Artico, da un'idea di Woody Allen e con la regia di Roberto Eramo e Giuliano Zannier. L'evento teatrale è presentato da L'Armonia e dai supermercati Conad della provincia di Trieste, con il contributo del Comune e il sostegno di Rotary Muggia, TriesteCaffé, Università della Terza Età “Danilo Dobrina”, Lions Club e l'Associazione Trieste Solidale.

Sotto lo slogan “Completiamo l'opera!” prosegue così l'iniziativa a favore dell'ospedale Burlo che ha preso il via lo scorso dicembre nel corso del Festival Internazionale Ave Ninchi e che, anche grazie alla messa in scena dello spettacolo “Zozò” della "Compagnia de L'Armonia" al Politeama Rossetti alla fine del 2017, ha portato alla raccolta di 11.569 euro. La cifra però non è ancora sufficiente per la meta prefissata, l'acquisto dell'auto medica, e quindi con questo nuovo appuntamento chi volesse contribuire potrà unire l'interesse per il teatro alla beneficenza.

Il costo del biglietto (già in prevendita al Ticket Point di Corso Italia) sarà di 10 euro. Per ulteriori contributi volontari gli spettatori riceveranno in omaggio un barattolo di caffè. “Spari nel buio” è ambientato a Trieste, durante il Ventennio, precisamente tra il settembre e l’ottobre del 1938. «La commedia brillante – spiega Giuliano Zannier - racconta il mondo delle compagnie di periferia di allora, attraverso i pregi, i difetti e le manie dei personaggi. Si ride, pure se la Storia, quella vera, irrompe per un momento in scena con i suoi drammi. Raccontiamo la storia di Trieste, nelle nostre commedie, per farla conoscere, perché non venga dimenticata, nella convinzione che la conoscenza del passato sia necessaria per

comprendere il presente». Lo spettacolo è interpretato da Giuliana Artico (che firma anche scene e costumi), Sara Dolce, Nevio Eramo, Roberto Eramo, Anni Noventa, Laura Salvador, Edy Schiozzi, Stefano Tremuli, Chino Turco e Roberto Vidach. Gli effetti sonori sono di

 

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro