Quotidiani locali

trieste

Tre minuti sul palco per svelare i segreti della scienza

La scienza dà spettacolo a Trieste: martedì alle 9, al Miela, torna a far tappa la selezione locale di FameLab, la competizione che sfida i giovani ricercatori con il talento per la comunicazione a raccontare in pochi minuti il proprio oggetto di studi o un argomento scientifico che li appassiona. Duecento i partecipanti

TRIESTE La scienza dà spettacolo a Trieste: martedì 27 febbraio alle 9, al Miela, torna a far tappa la selezione locale di FameLab, la competizione che sfida i giovani ricercatori con il talento per la comunicazione a raccontare in pochi minuti il proprio oggetto di studi o un argomento scientifico che li appassiona. Per il sesto anno Trieste è fra le città che ospitano la selezione locale di questa competizione internazionale. A organizzare la gara sono Immaginario scientifico, Area Science Park, Sissa, Università di Trieste e Comune di Trieste, assieme all’Università di Udine, con la collaborazione di Science Industries e La Cappella Underground.

Come calcolare l'ordine di grandezza della pipì dei cani a Trieste? Al Miela di Trieste i segreti della scienza svelati in sketch di divulgazione da tre minuti ciascuno grazie a FameLab. In questo si parla di come quantificare un problema molto comune. L'articolo sull'evento #talkingscience. Video di Andrea Lasorte LEGGI ANCHE: FameLab al Miela di Trieste


Sul palco del Miela saliranno studenti o ricercatori delle Università di Trieste e Udine, Sissa, Ictp, Icgeb, Elettra Sincrotrone, Burlo e Azienda sanitaria universitaria integrata di Udine. Ad assistere alla competizione ci saranno 200 studenti delle superiori del Friuli Venezia Giulia (ma la competizione è aperta a tutti, con ingresso gratuito): avranno modo di scoprire il lato più divertente della scienza e della ricerca, nonché di votare per il proprio candidato preferito. I concorrenti avranno a disposizione 3 minuti esatti e solo una manciata di parole per far emergere il proprio talento e trasmettere al pubblico il fascino e l’importanza della ricerca scientifica, dalle biotecnologie alle scienze ambientali, dall'astrofisica all’odontoiatria, dalle neuroscienze alle tecnologie alimentari.

Come si fa a vincere un FameLab, intervista a Ilaria Persico Divertente video intervista a cura degli organizzatori dell'evento con la vincitrice dell'edizione 2017 a Trieste. "Esprimere in breve tempo concetti complessi in inglese ci ha preparato a questa sfida", dice la 22enne. LEGGI L'ARTICOLO: Il FameLab al Miela di Trieste

A presentare la gara ci sarà la travolgente simpatia di due ex concorrenti di FameLab: Riccardo Cucini, primo classificato a FameLab Trieste 2014, e Lorenzo Pizzuti, vincitore di FameLab Italia 2016. Francesca Riccioni, fisica con master in comunicazione della scienza alla Sissa, presenterà il suo nuovo libro a fumetti, “Non è mica la fine del mondo” (Rizzoli Lizard), illustrato da Tuono Pettinato.

I primi due classificati si aggiudicheranno un premio in denaro e avranno accesso alla finale nazionale del concorso (in aprile, a Roma). La finale di FameLab International si terrà invece a giugno, in Inghilterra.
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro