Quotidiani locali

trieste

“Alpi Giulie” al Teatro Miela sfida la montagna e qualsiasi disabilità

Torna la rassegna internazionale di cinema di montagna a cura dell’associazione Monte Analogo, organizzata in collaborazione con Arci Servizio civile, in programma al teatro Miela di piazza Duca degli Abruzzi.

TRIESTE Quando la montagna racconta storie all’insegna dell’impegno ambientale, del respiro sociale e della voglia di riscatto. Temi che appartengono al cartellone di Alpi Giulie Cinema, rassegna internazionale di cinema di montagna a cura dell’associazione Monte Analogo, organizzata in collaborazione con Arci Servizio civile, in programma al teatro Miela di piazza Duca degli Abruzzi.

Percorso che riapre i battenti oggi, martedì 20 marzo, giornata caratterizzata da diverse proiezioni: si parte alle 18 con la proposta del regista friulano Giuliano Venier, autore di “Assetto di volo”, opera del 2016. Qui sale in cattedra il tema della disabilità raccontato attraverso non solo i blocchi fisici e i tormenti mentali, ma soprattutto con le aspirazioni di alcuni giovani alle prese con un disegno di elevazione e riscatto.

A seguire, il documentario dal titolo “Inside” (2017) del regista francese Cristophe Dumarest, altra storia basata su sfide, obiettivi e traguardi che non parlano di medaglie o podi. La terza proposta del pomeriggio porta il titolo di “Brette”, documentario statunitense del 2016 firmato da Peter Mortimer, Josh Lowell e Nick Rosen, un focus sulle imprese di Brette Harrington, talento del mondo dell’arrampicata estrema.

Si prosegue con “Big Men”, video di produzione spagnola del 2015 per la regia di Jordi Canyigueral, opera che prova a coniugare valore e bellezza di arte, sport e natura tramite le imprese dei fratelli Eneko e Iker Pou. La lunga parte pomeridiana al Miela si archivia con la proiezione di “Annapurna III-Unclimbed” (Austria/Nepal 2016), documentario diretto da Jochen Schmoll, premiato sulla ribalta del Trento Film Festival dello scorso anno. Qui si racconta una spedizione storica, quella durata cinque settimane sul versante sudest dell’Annapurna III e guidata da David Lama assieme agli scalatori austriaci Alex e Hansjorg Blumel.

La maratona cinematografica non finisce qui. Dalle 20.30 va in scena la seconda parte di Alpi Giulie Cinema con la proiezione di “Oltre il confine-La storia di Ettore Castiglioni”, film del 2017 di produzione Italia/Svizzera, diretto da Andrea Azzetti e Federico Massa. La trama è legata alla storia dell’alpinista Ettore Castiglioni appunto e alla sua attività di partigiano svolta in una malga nella zona dell’Alpe in Valpelline, un viaggio dettagliato attraverso le pagine del suo

diario. Alla presenza dei registi.

Per ulteriori informazioni sulla rassegna basta visitare il portale www.monteanalogo.net, oppure scrivere a info@monteanalogo.net, o telefonare ai numeri 040-761683 e 3355279319.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro