Quotidiani locali

Arriva l’élite del Coro Giovanile Italiano

Diretta da Luigi Marzola la formazione si esibisce oggi a San Vito e domani a Trieste

TRIESTE. La nazionale italiana della coralità sta per approdare in regione con due concerti esclusivi a San Vito al Tagliamento e per la prima volta a Trieste. Il Coro Giovanile Italiano, che negli ultimi anni ha rappresentato l’Italia in occasione di importanti festival internazionali e anche nell’eccezionale occasione del concerto dei Rolling Stones al Circo Massimo di Roma nel 2014, è una formazione unica nel panorama corale italiano, promossa e coordinata dalla federazione nazionale dei cori Feniarco per essere un gruppo di eccellenza. La sua direzione, dal 2003 a oggi, è stata affidata a maestri della coralità italiana e straniera. Attualmente è diretto da Luigi Marzola, per molti anni docente della Musikhochschule di Lugano e collaboratore di prestigiosi musicisti e ensemble, e da Carlo Pavese, vicepresidente della European Choral Association-Europa Cantat e direttore di coro che ha diretto il Torino Vocalensemble (del quale è fondatore) nel periodo in cui è stato parte integrante e caratterizzante della colonna sonora del film premio Oscar La Grande Bellezza di Paolo Sorrentino.

Il Coro Giovanile Italiano si esibirà oggi alle 20.30 nel duomo di San Vito al Tagliamento e domani alle 17 nella Chiesa evangelica luterana di Trieste. Entrambi i concerti saranno a ingresso libero e saranno l’occasione per apprezzare un gruppo di giovani provenienti da tutta Italia. Fanno parte dell’organico attuale tre cantori della regione, Federico Viola da Trieste, Nada Tavčar da Duino, Lara Turchetto da Pordenone. Si tratta di ragazzi con competenze musicali che in questo coro vivono un’esperienza formativa importante, partecipando anche a eventi come i festival Europa Cantat (anche in collaborazione con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai), MiTo, Choralies in Francia.

I due concerti prevedono l’interpretazione di brani di Sven David Sandström, Ildebrando Pizzetti (a 50 anni dalla morte), Gustav Mahler, Einojuhani Rautavaara (nel novantesimo della nascita), Jaakko Mäntyjärvi, Giovanni Gabrieli, Bach, Mendelssohn, Brahms, in un incontro tra linguaggi eterei del nord Europa, eloquenza del romanticismo tedesco, maestri barocchi e rinascimentali in un ampio raggio di raffinate espressioni internazionali del patrimonio

della letteratura corale europea. Coprotagonisti del concerto di oggi a San Vito saranno la Polifonica Friulana Tomadini e il Gruppo Vocale Città di San Vito, mentre domani l’introduzione al concerto sarà a cura del Coro Giovanile Regionale del Friuli Venezia Giulia.



TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro