Quotidiani locali

Tangueri e break dancers, che strano ballo

Domani, al Rossetti, per TS Danza 4.0, ospite la compagnia diretta da German Cornejo, inventore del singolare connubio

Dopo il “Tutu” dei Chichos Mambo, che ha fatto divertire e ballare l’intero Politeama, domani, in data unica alle 20.30, TS Danza 4.0 prosegue con un altro evento internazionale: “Break the Tango”. Dopo aver conquistato il pubblico di mezza Europa e aver debuttato in Italia a Milano con ottimo esito, “Break the Tango” è ospite al Rossetti e porta a Trieste una compagnia di danza diretta da una star mondiale come German Cornejo e composta da eccellenti ballerini di tango e di break dance.

Perché questa strana combinazione di “anime” e linguaggi? Il tango deve i suoi natali alla fitta commistione di ispirazioni e di culture, di musiche e di nostalgie che animavano i vicoli della Boca di Buenos Aires, la povera zona portuale dove tutti coloro che immigravano in Argentina affrontavano per la prima volta l’impatto con la nuova realtà, carica di speranze ma anche priva degli affetti e delle certezze lasciate in patria. Ancora oggi, in quella zona della città, memori di quelle lontane radici, si danza sulla strada, in coppie e coreografie spesso improvvisate e cariche delle potenti emozioni dell’“abrazo”.

Ma c’è un’altra danza che nasce dalla strada, dalle emozioni e dalle aspirazioni dei ragazzi che popolano le grandi città contemporanee: la break dance.

German Cornejo, uno dei massimi esponenti del tango mondiale, ha avuto l’illuminazione di provare a unire questi linguaggi, che per molti aspetti appaiono divisi da distanze siderali: una sfida difficile, che richiedeva innanzitutto di trovare professionisti di altissimo livello, ognuno nel proprio ambito, e contemporaneamente eclettici, curiosi, malleabili. La sua ricerca è passata attraverso innumerevoli audizioni e viaggi internazionali e lo stesso è avvenuto per la dimensione musicale, che ha indagato dall’attualità dell’electro tango, ai grandi classici della tradizione argentina per arrivare alla materia sonora dei breakdancer, la musica pop di Adele, Beyoncé, Shakira, Cranberries… La sfida era trovare un dialogo, sulla scena, fra tutti queste poetiche, fra tante diverse modalità di esprimersi e di creare.

German Cornejo (campione mondiale e direttamente coinvolto in scena) ha osato, creando una compagnia formata da eccellenti tangueri e da break dancer di fama e talento: da Gisela Galeassi, Ezequiel Lopez e Camila Alegre ai ballerini di break, stelle provenienti da tutto il mondo, tra cui l’italianissimo Jonathan Anzalone.

Completa l’assieme una band dalla potente energia e dalle eleganti sonorità – piano, chitarra, bandoneon e batteria – e con la voce suadente, raffinata, e capace di inseguire e suscitare le emozioni più diverse di Gisela Lepio.

Lo spettacolo sta conquistando l’Europa intera e arriva allo Stabile reduce da alcune serie di sold out al

Maag Halle di Zurigo, al Casino de Paris, all’Admiralspalast di Berlino e al Museumsquartier Halle e di Vienna.

I biglietti sono in vendita in tutti i consueti circuiti e punti vendita del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia e tramite il sito www.ilrossetti.it.



TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon