Quotidiani locali

musica

Concerti e solidarietà. Al teatro Verdi il Quartetto Omer

Mercoledì 31 gennaio alle 20.30, al teatro Verdi, suonerà il Quartetto Omer, risultato il miglior quartetto al Concorso Paolo Borciani 2017, il più prestigioso premio internazionale per quartetto d’archi

TRIESTE Mercoledì 31 gennaio alle 20.30, al teatro Verdi, suonerà il Quartetto Omer, risultato il miglior quartetto al Concorso Paolo Borciani 2017, il più prestigioso premio internazionale per quartetto d’archi. Alle 18, si terrà nella sala incontri Paolo Vero un appuntamento introduttivo dal titolo “Raccontare la musica. Introduzione al concerto del Quartetto Omer” con Enrico Bronzi, direttore artistico della Società dei concerti di Trieste e Lorenzo Fasolo, direttore artistico del Concorso Borciani 2017. Sarà presente anche Nello Gonzini, presidente onorario della SdC quale memoria storica della Società dei concerti che ha ospitato nelle stagioni cameristiche il Quartetto italiano, uno tra i massimi quartetti d’archi fondato proprio da Paolo Borciani.

Il concerto del Quartetto Omer è uno degli eventi aperti anche ai non tesserati della Società dei concerti e i biglietti sono in prevendita al Ticket Point di corso Italia e sul circuito Vivaticket, oppure in vendita la sera stessa del concerto al Verdi di Trieste. Il programma di mercoledì prevede musiche di Thomas Adès con Four Quarters, di Béla Bartók con Quartetto per archi n.3 e di Ludwig van Beethoven con Quartetto per archi in mi minore op. 59 n.2 “Razumovsky”.

Costituita da Mason Yu e Erica Tursi, entrambi al violino, Jinsun Hong alla viola e Alexander Cox al violoncello, questa formazione è stata elogiata dal San Diego Union Tribune per la sua capacità di suonare con “un senso di scoperta e avventura, ma allo stesso tempo con grande raffinatezza”. Formatosi al Cleveland Institute of Music nel 2009, il Quartetto Omer si è esibito in svariate piazze in Europa (Italia e Francia), in Nord America e in Canada (Pollack Hall a Montreal, Preston Bradley Hall a Chicago, Rolston Recital Hall del Banff Centre, Sherwood Auditorium di San Diego). Ha avuto modo di esibirsi al fianco di artisti di fama internazionale come Clive Greensmith, Eugene Drucker, Cho-Liang Lin e i fratelli Assad e di collaborare con compositori quali Sean Shepherd e Perry Goldstein.

Particolarmente attivo sul fronte dell’impegno sociale e civile, il Quartetto Omer dedica molto tempo all’ideazione di programmi interattivi e originali. I componenti del Quartetto sono stati selezionati per rappresentare Music For Food, iniziativa musicale benefica per la lotta contro la povertà e la fame, diretta da Kim Kashkashian. In qualità di membri dell’associazione, sono stati ambasciatori nelle scuole locali per diffondere una maggiore consapevolezza e offrire supporto alla raccolta fondi condotta dagli studenti. Nel 2017 il Quartetto Omer ha ricevuto la borsa di studio Tarisio Young Artist, finalizzata

alla realizzazione di concerti benefici. Inoltre, ha ricevuto un sostegno da parte della Boston Foundation Free for All Grant per la realizzazione di eventi musicali nelle zone più disagiate di Boston, suonando poi in ricoveri per senzatetto e in centri di riabilitazione.
 

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon