Quotidiani locali

Il mestiere di fare il genitore. Lezioni di Buone Pratiche dagli incidenti alle droghe

Temi diversi e varie soluzioni. La pratica genitoriale non si improvvisa ma richiede metodo, strategie e persino aggiornamenti sul respiro sociale

TRIESTE Temi diversi e varie soluzioni. La pratica genitoriale non si improvvisa ma richiede metodo, strategie e persino aggiornamenti sul respiro sociale. Spunti che danno vita a “Mestiere Genitori”, ciclo di incontri basato sulla relazione tra genitori e figli, progetto a cura della sigla “Buone Pratiche Onlus” strutturato in quattro appuntamenti allestiti nell’Aula Magna dell’Edificio H3 dell’Università di Trieste in via Valerio 12/2, sempre dalle 20 alle 22.

Edizione numero 8, progetto che parte giovedì 25 gennaio con “Il razionale per gli interventi precoci nei primi 100 giorni: Nati per leggere e altre buone pratiche per lo sviluppo”, incontro indirizzato alla scoperta dei fattori atti a condizionare lo sviluppo cognitivo del bambino, dettagliando il ruolo di elementi come musica, gioco e letture, ma analizzando anche l’importanza dei servizi e le politiche sociali a supporto dei genitori. In cattedra oggi Giorgio Tamburlini, medico specialista in Pediatria, già direttore scientifico dell’Ospedale Infantile “Burlo Garofolo”, presidente del “Centro per la Salute del Bambino” la Onlus che promuove in Italia i programmi “Nati per Leggere” e “Nati per la Musica”.

Il secondo appuntamento è programmato il 21 febbraio, con relatori Francesco De Seta e Manola Comar, rispettivamente ostetrico e ginecologo del “Burlo Garofolo” e professore associato di Microbiologia e direttore della Diagnostica Avanzata Microbiologica Traslazionale del “Burlo”, attesi per articolare il tema “Malattie sessualmente trasmesse”.

Il terzo scalo (21 marzo) prende in esame uno spunto sempre attuale come “Incidenti domestici – cosa fare? A chi rivolgersi? Come prevenirli?”, affidato ai pediatri Rita Giorgi ed Egidio Barbi. Il ciclo termina il 18 aprile, con “Uso di sostanze

psicoattive in adolescenza: cosa è cambiato e cosa è meglio sapere?”, tradotto dalle psicologhe Deborah Nordici e Cinzia Celebre. Ingresso libero previo prenotazione, chiamando allo 0403498975 o scrivendo a info@lebuonepratiche. org.

Francesco Cardella
 

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon