Quotidiani locali

Urban Schiaccianoci

Il Balletto di Roma stasera al Comunale di Cormons  

CORMONS. Prima regionale, oggi alle 21, al Teatro Comunale di Cormons con ‘Schiaccianoci’ del Balletto di Roma, coreografato da Massimiliano Volpini sulle musiche di Pëtr Il’ič Čajkovskij, con le scene e i costumi di Erika Carretta. L’appuntamento è in collaborazione con Ert.

Non è Natale senza “Lo Schiaccianoci” ma, si sa, non è Natale solo dove splende la luce. La rilettura del coreografo Massimiliano Volpini ribalta l’ambientazione originale del primo atto, sostituendo alla ricca e festosa Casa Stahlbaum la strada di un’immaginaria periferia metropolitana: qui, abitanti senzatetto e ribelli senza fortuna vivono come comunità di invisibili, adattandosi agli stenti della quotidianità e agli scarti della città. Un muro imponente separa due strati di società, chiudendo fisicamente e idealmente una fetta d’umanità disagiata in un angolo di vita nascosta. Animati da sogni di vitalità e forza (desideri che Clara e Fritz vivono affievoliti dall’agio, nei toni leggeri del racconto di Alexandre Dumas) i ragazzi di periferia non aspettano regali scintillanti da “Babbo Natale” Drosselmeyer, ma riconoscono in questo vecchio e misterioso barbone un benefattore di quartiere. Il dono più atteso è un curioso pupazzo che diventa il simbolo dell’evasione perché rappresenta la figura di colui che ce l’ha fatta, superando le barriere della povertà per catapultarsi nelle meraviglie della città.

Massimiliano Volpini porta in scena un’originale versione del classico natalizio e invita lo spettatore a osservare la fiaba da una nuova prospettiva che, pur nella conservazione del binomio realtà/sogno, scopre i risvolti terreni di una società contemporanea multiforme.

Massimiliano Volpini entra a far parte del Corpo di Ballo del Teatro alla Scala nel '91 dove rimane fino al 2014, quando decide di dedicarsi completamente alla coreografia.

L'attività di coreografo inizia nel 1995. Nel 2001 inizia la collaborazione con Roberto Bolle, per il quale crea numerosi assoli e duetti trasmessi da Rai 1. Ha firmato balletti per il Tulsa Ballet (Oklahoma), per il Teatro alla Scala, per Sabrina Brazzo (prima ballerina della Scala) e la sua compagnia, per
i videoclip di Malika Ayane e Alberto Fortis, per il Festival Internazionale di Dubrovnik, per il Concerto di Capodanno 2015 e 2016 della Fenice di Venezia, per il programma Rai Roberto Bolle, La mia danza libera, andato in onda in prima serata su RaiUno.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista