Quotidiani locali

spettacoli

Al supermercato la routine fa scoppiare sogni e ambizioni

Venerdì 27 ottobre alle 20.30 al teatro Pellico in scena la commedia degli Amici di San Giovanni, con la regia di Giuliano Zannier

L’interno di un supermercato sta iniziando a tingersi delle atmosfere del Natale imminente, ma ecco che, accanto ai colori dell’albero da addobbare, sebbene in chiave comica, irrompono anche sfumature gialle e noir. Due detonazioni improvvise mettono decisamente a soqquadro ogni routine. Il supermercato è preso di mira dai terroristi? I dipendenti manifestano il loro malcontento? Un cliente insoddisfatto mette in atto una vendetta? La risposta sarà svelata in “Tanto scandal per gnente!”, commedia di Herman Lange, al debutto venerdì 27 ottobre alle 20.30, al teatro Pellico, portata in scena dagli Amici di San Giovanni, con la regia di Giuliano Zannier.

È il secondo spettacolo nel cartellone dell’Armonia. A un nutrito gruppo di personaggi va il compito di muoversi, tra una comicità di battuta e qualche tocco surreale, lungo la trama. La commedia è interpretata da Sara Dolce, Nevio Eramo, Roberto Eramo, Anny Noventa, Laura Salvador, Cristina Silizio, Stefano Tremuli, Chino Turco, Roberto Vidach e Nevia Yud.

«Nel titolo – spiega Giuliano Zannier - riecheggia Shakespeare, ma questa è tutta un’altra storia. Di vero c’è che anche qui, il rumore, tanto, sarà effettivamente per nulla, ma il perché lo si scoprirà soltanto alla fine. Nel frattempo sfileranno vari caratteri con le loro ragioni e nelle loro interazioni».

«Il gerente – racconta il regista – per esempio avrebbe voluto darsi alla carriera militare e quindi sul posto di lavoro non riesce a fare a meno di dare ordini con un certo piglio, usando termini dell’esercito e prediligendo le marce. Le tre commesse, single, cullano sogni nel cassetto come viaggi rilassanti, amori coinvolgenti e una dimensione più creativa. Intanto è necessario confrontarsi però anche con clienti petulanti».

«Il commissario – prosegue Zannier – assomiglia a tutti i commissari della tv, tranne al commissario Rex. Una guardia giurata intraprendente è ben lieta di adoperarsi nelle indagini e il protagonista pare rubato da un racconto di Pennac ricordando, nella sua funzione di “capro espiatorio”, il personaggio di Benjamin Malaussène. Tutto è raccontato in chiave molto comica – conclude Zannier – in questa trama ambientata, in dialetto, nella Trieste dei nostri giorni». I costumi e le scene portano

la firma di Giuliana Artico che, per i manifesti pubblicitari all’interno del supermercato, ha scelto di rendere omaggio, simpaticamente, ad Andy Warhol.

La commedia “Tanto scandal per gnente!” sarà in replica al teatro Pellico sino al 5 novembre.

 

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro