Quotidiani locali

Vai alla pagina su trieste next 2017
Trieste Next, il futuro è tra scienza e mare
kermesse

Trieste Next, il futuro è tra scienza e mare

Inaugurata la rassegna in piazza dell’Unità fra scoperte ed esperimenti per tutti IL PROGRAMMA DI OGGI

Curiosando tra gli stand di Trieste Next 2017 Si è aperta giovedì mattina la sesta edizione di Trieste Next 2017. Con Andrea Lasorte andiamo a curiosare tra gli stand, che hanno attirato tantissime persone fin dalle prime ore di apertura

 

TRIESTE L’inaugurazione ufficiale di Trieste Next ha acceso le luci del ridotto del Verdi, dove ieri sera (21 SETTEMBRE) il racconto del lungimirante progetto di Trieste capitale europea della scienza 2020 ha riunito il sindaco Roberto Dipiazza, la presidente della Regione Debora Serracchiani, il direttore della manifestazione scientifica Antonio Maconi e Pierpaolo Ferrante, project manager di Esof.

 

 

Immersi in un proficuo confronto, moderato in toto dal vicedirettore del Piccolo Alberto Bollis, tra Gabriele Beccaria, coordinatore Tuttoscienze della Stampa, Stefano Fantoni, presidente della Fondazione Internazionale di Trieste e il rettore Maurizio Fermeglia.

 

 

IL PROGRAMMA DI OGGI


Una serata senza sosta, proseguita con Antonio Lazcano, arrivato direttamente dalle zone terremotate del Messico. Il famoso biologo e docent school of Sciences dell’Università sudamericana, autore di “The origin of life”, introdotto da Fabio Pagan, giornalista scientifico, ha portato gli uditori in un viaggio tra letteratura e scienza, a cura dell’Inaf-Osservatorio astronomico e Sissa. Ma già dalla mattina la manifestazione scientifica, che anche quest’anno chiama in raccolta tutti gli enti scientifici del territorio, ha fatto brillare piazza Unità e il mare. Scommettono tutto su di lui gli scienziati per l’edizione 2017 di Trieste Next, in maniera sostenibile, con le attività e gli incontri in piazza Unità e altrove fino a domani. Sullo skyline delle Rive la nave Ogs Explora pronta a salpare fra qualche settimana, come racconta il direttore sezione Infrastrutture Franco Coren, verso il canale di Sicilia, per terminare un rilievo geofisico iniziato (e non finito) con una grande scoperta da parte di Emanuele Lodolo: due vulcani non mappati.

LA DIRETTA TWITTER DELL'EVENTO:

 

Lo stand di piazza Unità dell’Istituto di Oceanografia e geofisica sperimentale parlava anche di alghe marine, da cui si potrebbe estrarre in un futuro del biocarburante.

 

Trieste Next al via, nave Ogs Explora tra i protagonisti Nel video girato martedì 19 settembre da Andrea Lasorte, nave Ogs Explora attraccata al molo della Stazione marittima di Trieste rinforza gli ormeggi sotto bora. L'unità, reduce da una missione in Antartide, sarà protagonista dell'edizione 2017 di Trieste Next, il cui titolo quest'anno è "Un mare di scienza". I ricercatori dell'Ogs racconteranno la loro esperienza e guideranno i visitatori alla scoperta delle tecnologie avanzatissime della nave. QUI LO SPECIALE WEB dedicato a Trieste Next 2017



Attenzione però alle alghe tossiche, in quantità minori, ma con apparizioni sempre più frequenti nell’Adriatico, come ha sottolineato Marina Lipizer. Sensibilità ed etica contraddistinguono invece il progetto di allestimento del nuovo centro visite del Wwf-Area marina protetta di Miramare pronto per gennaio 2018, che in piazza Unità mostra già qualche anticipazione con elementi espositivi che mimano in varie forme le specie acquatiche.

Ma se i pesci di oggi li conosciamo, quelli del Mediterraneo di 100milioni com’erano? L’acquario in 3D nel gazebo di Area Science Park ce lo mostra con chiarezza. Senza occhialini, ovviamente.

 

leggi anche:



Un progetto innovativo, tra i primi in Fvg, in prima visione. Realizzato da Evolving e Gemina, fa letteralmente rivivivere i pesci del Cretacico.

Vero che il mare era protagonista, ma il team di Brainew ha preso in considerazione un altro obiettivo: allenare la concentrazione in maniera sostenuta nel tempo nei bambini più irrequieti modulando l’attività elettrica cerebrale, come ha spiegato Pier Paolo Battaglini del dipartimento di Scienze della vita. I piccoli ospiti hanno potuto monitorare delle macchinine con la mente attraverso degli elettrodi applicati sul lobo frontale e sull’orecchio.

Oppure la Sissa ha pensato di rappresentare in modo divertente come vengono studiate le reti neurali attraverso un esperimento di discriminazione visiva. Le reti neurali sono alla base di tutti gli algoritmi di riconoscibilità visiva che troviamo su Facebook e che ci permettono di taggare il viso giusto in una foto (docet il fisico teorico Alessio Ansuini).

 

leggi anche:



Tra gli appuntamenti di oggi (22 SETTEMBRE) c’è Mike Maric, campione mondiale di apnea e coach anche di Federica Pellegrini, in un incontro al teatro Miela alle 10. Contemporaneamente in piazza Unità si parlerà delle professioni del futuro con Esteco, Area Science Park e la Fondazione dell’istituto Volta. Nel pomeriggio non passerà inosservato l’incontro con l’archistar Mario Cucinella (alle 15, al Ridotto del Verdi), esperto di progetti sostenibili per le città sul mare assieme al direttore del piccolo Enzo D’Antona e il fondatore di VeneziePost Filiberto Zovico. Si discuterà dei traffici sulla via della Seta anche con il presidente del Porto Zeno D’Agostino, Andrea Illy e il direttore del global Economic Policy Center Fordham University Dominick Salvatore, moderati dal giornalista Silvio Maranzana.

Verso sera, alle 18, si scopriranno i segreti del golfo di Trieste, a cura dell’Ogs, in piazza Unità, con i ricercatori Marina Busetti ed Emiliano Gordini, e i giornalisti Pietro Spirito e Luigi Zannini. Alla stessa ora donne e scienza: la direttrice di Ogs Maria Cristina Pedicchio converserà con la giornalista Eliana Liotta e l’astrofisica Sandra Savaglio.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics