Quotidiani locali

Scoprire Palmanova dall’alto in mongolfiera ma anche underground

Le geometrie della fortezza patrimonio dell’Unesco e gli edifici storici in un inedito colpo d’occhio aereo

Che si tratti di una delle “perle” del territorio, gli autoctoni lo sanno da sempre. Ma è da poco che l’Unesco, prestigioso organismo che si occupa anche della tutela e della conservazione del capitale culturale e naturale del pianeta, ha certificato che Palmanova fa parte del patrimonio dell’umanità. Ne fa parte a buon diritto, poiché è un capolavoro dell'architettura militare veneziana, una città fortezza progettata e costruita per difendere i confini regionali dalle minacce straniere, soprattutto dei turchi. La peculiarità di Palmanova, costruita nel 1593 per volere della Repubblica di Venezia, è quella di essere un museo all’aperto, con strutture fortificate che mettono in evidenza tutti gli elementi tipici di una perfetta architettura militare.

È un modello di città unico nel suo genere, a forma di stella a nove punte perfettamente simmetrica, con una piazza centrale, che si raggiunge attraverso tre porte monumentali, denominate Aquileia (un tempo chiamata Marittima), Udine e Cividale. Gli edifici storici più importanti della città sono il Duomo Dogale, il Palazzo del Provveditore Generale, il Palazzo del Governatore alle Armi, la Loggia della Gran Guardia e il Palazzo del Monte di Pietà. Porta Cividale è sede del Museo della Grande Guerra e della Fortezza di Palmanova. In Contrada Foscarini e in Contrada Garzoni, si possono osservare le rettangolari costruzioni militari delle Polveriere napoleoniche, realizzate dall’imperatore francese per sostituire quelle venete in decadenza e utilizzate come deposito per le munizioni. Ora sono adibite a sede per mostre temporanee.

E se l'antica piazza d'armi è un osservatorio privilegiato sul sistema viario della città, una bella novità è la possibilità di ammirare Palmanova dall’alto, in mongolfiera. Da questa estate, infatti, Visitait.it, un’azienda specializzata nell’attività all’aria aperta, organizza voli che permettono di contemplare in un contesto del tutto inusuale gli elementi costitutivi della fortezza, cogliendone le geometrie. Il volo dei poeti, come è stata definita l’esperienza in mongolfiera, è adatto a gruppi, famiglie e coppie. Si vedrà quindi Palmanova dall’alto e tutto il magnifico panorama dei colli, dove si planerà cercando un punto di atterraggio. È necessario prenotare e consultare il sito visitait.it per essere aggiornati su eventuali variazioni legate al meteo. L’aspetto “romantico” è che non ci sono certezze: seguendo i venti, si sa solo che si parte da sud e si va verso nord in balìa delle correnti. Dopo aver
ammirato dall’alto rivellini e lunette della fortezza, le viti e i campi, si può calarsi nella fortezza underground, per scoprire dall’interno il tessuto di gallerie e la precisione di una macchina difensiva articolata. Per aspera ad astra e viceversa.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics