Quotidiani locali

eventi

Trieste, a Settembre musicale la “star” è l’organo

Lunedì 4 settembre alla cattedrale di San Giusto riparte il ciclo concertistico

TRIESTE Lunedì 4 settembre alle 20.30, alla cattedrale di San Giusto, si festeggerà un’importante ricorrenza: il quarantennale di Settembre musicale, tradizionale appuntamento concertistico organizzato dalla Cappella civica di Trieste assieme alle associazioni Promusica e Tomatis e alla parrocchia di San Giusto.

Questa edizione della rassegna sarà particolarmente densa di obiettivi, dalla valorizzazione del luminoso passato all’apertura verso un futuro, rappresentato dal direttore artistico Roberto Brisotto, innovativo ma sempre rispettoso del ruolo che la musica riveste in ambito liturgico.

Non a caso il concerto d’apertura sarà affidato al nuovo organista titolare della Cappella civica, Riccardo Cossi, con un programma che metterà in luce il doppio ruolo dell’organista, quello di interprete e quello di improvvisatore: «per poter suonare l’organo in chiesa – spiega infatti Cossi – non basta essere un buon concertista.

Bisogna sapersi adattare ai tempi della celebrazione, improvvisare sui temi proposti di domenica in domenica, insomma mettere il proprio mestiere al servizio della messa. Compito che rende il lavoro più faticoso, ma che mi permette di realizzare profondamente la mia vocazione di organista».

L’appuntamento inaugurale, insomma, si sposa perfettamente con la filosofia di questa rassegna, che fin dal 15 settembre 1978 – quando Ferruccio Vignanelli inaugurò il restaurato organo Mascioni della cattedrale – ha ospitato molti dei nomi più prestigiosi del panorama organistico nazionale e internazionale degli ultimi cinquant’anni.

Anche l’appuntamento dell’11 settembre sarà dedicato a questo strumento e avrà per protagonista Giovanni Feltrin, organista titolare del Duomo di Treviso, con un programma dedicato a musiche dal carattere processionale e di marcia.

Alla tradizione musicale più recente guarderà invece l’appuntamento di lunedì 18, proposto dal complesso vocale e strumentale Gruppo incontro, diretto da Rita Susovsky con Wladimir Matesic all’organo: il programma sarà costituito da musiche sacre e liturgiche composte dagli ultimi tre direttori della Cappella civica di Trieste, Giuseppe Radole, Marco Sofianopulo e Roberto Brisotto.

«La rassegna – spiega Brisotto – si concluderà il 25 settembre in modo un poco inconsueto, con un incontro conferenza dedicato al tema del rapporto tra la realtà delle cappelle musicali storiche e la liturgia d’oggi. Presieduto da monsignor Giampaolo Crepaldi, arcivescovo di Trieste, vedrà la presenza - in veste di relatori - dei maestri Marco Gemmani e Cristian Gentilini, direttori delle Cappelle musicali di San Marco a Venezia e Santa Maria Maggiore a Bergamo, e di don Gilberto Sessantini, priore della stessa basilica bergamasca, musicista raffinato ed esperto di musica liturgica».

La serata, animata da alcuni interventi musicali della Cappella civica diretta da Roberto Brisotto e accompagnata

all’organo da Riccardo Cossi, costituirà una preziosa occasione di approfondimento non solo per gli appassionati di musica sacra e liturgica, ma anche per i numerosi operatori musicali attivi nelle parrocchie.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista