Quotidiani locali

spettacoli

Da Fo a Casanova. Muggia Teatro si fa in diciassette

Diciassette spettacoli in cartellone (quasi tutti in scena venerdì alle 20.30) dal 13 ottobre al 9 marzo, tra prosa e musica e molte novità, dalla danza all’aperitivo pre-spettacolo

Diciassette spettacoli in cartellone (quasi tutti in scena venerdì alle 20.30) dal 13 ottobre al 9 marzo, tra prosa e musica e molte novità, dalla danza all’aperitivo pre-spettacolo. E un’anticipazione: una matinée per le scuole realizzata in sinergia con l’Associazione delle Compagnie del Carnevale muggesano per dare continuità alla programmazione anche nel periodo carnascialesco.
Sarà una stagione ricca quella di Muggia Teatro, progetto dell’associazione Tinaos, allestita al Verdi e che offrirà «momenti irripetibili, che solo l’abitudine ad andare a teatro può riservare», come ricordato dal direttore artistico, Alessandro Gilleri, presente ieri alla conferenza stampa assieme all’assessore regionale alla Cultura Gianni Torrenti, al vicesindaco Francesco Bussani e all’assessore alla Cultura del Comune che patrocina l’evento, Tullio Bellen. «Un’offerta variegata che -hanno riferito Bussani e Bellen - si inserisce nella ricca tradizione culturale muggesana e che s’intende far crescere» anche attraverso collaborazioni sia con i teatri cittadini che regionali, del Veneto e dell’Istria. «Una proposta importante che viene offerta al pubblico a prezzo “popolare”» ha sottolineato Torrenti, ribadendo la valenza per l’intero territorio regionale dell’evento, che gode del contributo della Regione. Sono previste poi anche varie forme di abbonamento.
«La rassegna - ha proseguito Gilleri - intende contribuire a valorizzare le eccellenze regionali e offrire un palcoscenico a giovani promesse e si conferma un palco per Trieste grazie alla collaborazione con la Contrada e il Caffè San Marco. Tra gli appuntamenti si inseriscono infatti gli “Incontri con gli artisti”, il giorno prima di ogni spettacolo nel locale storico, e alle cene dopo teatro su prenotazione con i vini delle “Donne del vino” del Friuli Venezia Giulia ospitate nel Bistrot del Verdi si aggiungono gli “Aperitivi”. Si parte il 13 ottobre con un testo di Dario Fo e Franca Rame, “Coppia aperta, quasi spalancata” con protagonisti Antonio Salines e Francesco Bianco. Il 20 ottobre sarà di scena “Destinatario sconosciuto”, regia di Rosario Tedesco. Swing come se piovesse il 27 ottobre con “Joe Calcagno. Un americano a Trieste”, spumeggiante show di Leonardo Zannier.
Il 3 novembre il recital del pianista di fama internazionale Stefano Andreatta. È ispirato a famosi film “Trup” (17 novembre) con Andrea Mitri. Un classicissimo il 24 novembre: “Il ritorno di Casanova”, capolavoro di Arthur Schnitzler con Sandro Lombardi. Serra Yilmaz, nota per i film di Ferzan Ozpetek, sarà la protagonista il 30 novembre di “Griselidis: memorie di una prostituta”, una co-produzione Golden Show. Il 9 dicembre sarà la volta dell’Omaggio a Balanchine, mentre il 15 andrà in scena “Ahmed il filosofo”. Il 22 dicembre verrà augurato un Buon Natale in musica e il 12 gennaio The Lab propone “Afasia: Vademecum Hostaria”. Il 18, la lezione-spettacolo “D’Annunzio Segreto” con Edoardo Sylos Labini, il 26 “Marlene Dietrich Story”, produzione Ksenija Prohaska di Spalato, il 2 febbraio “Testoni”, progetto a cura di un

gruppo udinese. “Musicinema” (23 febbraio) rilegge le grandi colonne sonore in duo piano e violino. Il 2 marzo sarà la volta di New Magic People Show e a chiudere, il 9, “Hermada, strada privata”. Prevendite a La Rambla di Muggia e da Ticketpoint, info su www.muggiateatro.com.
 

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie