Quotidiani locali

Torna l’Amidei e dà l’Opera d’Autore a Soldini 

Dal 13 al 19 luglio a Gorizia sette film in concorso per la migliore sceneggiatura da “Io, Daniel Blake” a “Il cliente”

Torna dal 13 al 19 luglio il Premio Amidei, il premio internazionale dedicato alla migliore sceneggiatura cinematografica, nelle storiche sedi del Palazzo del Cinema-Hiša Filma e del Parco Coronini Cronberg di Gorizia. Organizzato dall’assessorato alla Cultura del Comune di Gorizia, dall’Associazione culturale “Sergio Amidei”, Dams – Università degli Studi di Udine e dall’Associazione Palazzo del Cinema-Hiša Filma, il Premio Amidei vuoe essere, ricordano gli organizzatori «un arcipelago delle narrazioni - dice il direttore organizzativo Giuseppe Longo -, offrendosi come costellazione di proposte legate alle scrittura dedicata al mondo del cinema, della tv e del web». Questi i film in concorso per la migliore sceneggiatura: “L’altro volto della speranza” (Toivon tuolla puolen) di Aki Kaurismäki, “Il cliente” (Forushande) di Asghar Farhadi, “Io, Daniel Blake” (I, Daniel Blake) di Ken Loach, “Lasciati andare” di Francesco Amato, “L’ora legale”, di Ficarra e Picone, “La ragazza del mondo” di Marco Danieli, “La tenerezza” di Gianni Amelio. Fuori concorso verrà proiettato “Tutto quello che vuoi” di Francesco Bruni, omaggio ad un giurato del Premio Amidei che ha coinvolto in una bellissima interpretazione un grande maestro del cinema italiano, premiato nel 2008 con il Premio all’Opera d’Autore, Giuliano Montaldo.

Il Premio all’Opera d’Autore – riconoscimento che negli anni passati è stato conferito ad autori quali Álex de la Iglesia, Ken Loach, Abbas Kiarostami, Paul Schrader, Patrice Leconte, Carlo Verdone, Paolo e Vittorio Taviani, Edgar Reitz solo per ricordarne alcuni – sarà attribuito nell’edizione 2017 a Silvio Soldini, autore che si è distinto per l’eleganza figurativa, lo sguardo impegnato, l’interesse verso un tempo storico che ha perduto ogni certezza e una spiccata sensibilità rivolta all’esplorazione sociale. Di Soldini verrà riproposta un’ampia retrospettiva capace di coprire 35 anni di attività.

Grande attesa inoltre per il Premio alla Cultura Cinematografica 2017. Attribuito negli anni passati a Vieri Razzini, Irene Bignardi, una delle voci più incisive del giornalismo cinematografico italiano, all’Associazione 100autori e prima ancora alla trasmissione radiofonica di Rai Radio3 – Hollywood Party per l’impegno costante nella valorizzazione delle opere cinematografiche, per la difesa delle libertà artistica, morale e professionale e per la tutela dell’autorialità in ogni sua forma, il Premio 2017 verrà assegnato a “I ragazzi del Cinema America” ispiratori di un movimento giovanile bottom up, nato per recuperare i cinema storici di quartiere, dal Piccolo America di Trastevere alla sala Troisi, proponendo rassegne cinematografiche aperta a tutti, animando l’Arena di San Cosimato a Roma e trasformando il degrado in occasione di cultura e aggregazione.

In controtendenza con le sempre più numerose chiusure di sale cinematografiche storiche, l’impegno de “I ragazzi del Cinema America” appare come un segnale culturale dal forte impatto comunicativo e sociale, una segnale in grado di alimentare un sentimento di speranza in quanti credono nel valore aggregativo del cinema.

E ancora le sezioni Arcipelago. Geografie e viaggi tra il cinema e le arti a cura di Andrea Mariani, Racconti privati, Memorie Pubbliche a cura di Simone Venturini, Laura Casella che prosegue il tradizionale lavoro di ricerca e di riuso creativo dei materiali d’archivio, lo Spazio Off con il focus Sedimenti. Folclore e Credenze nel recente cinema off italiano a cura di Roy Menarini e la sezione Scrittura seriale: Joseph Campbell e il potere del Mito a cura di Mariapia Comand, Sara Martin. A completare la proposta l’Amidei Kids dedicato ai più piccoli e un corollario di masterclass, incontri, presentazioni di libri – come il recente libro di Gian Piero Brunetta, pubblicato dal Premio Amidei 2017 e intitolato “Attrazione fatale.
Letterati italiani e letteratura dalla pagina allo schermo. Una storia culturale” (edizioni Mimesis) – eventi collaterali ed eventi speciali di cui uno dedicato al ricordo di Nereo Battello, storico presidente dell’Associazione culturale “Sergio Amidei”.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista