Quotidiani locali

I virtuosismi di Ughi il 10 giugno a Pordenone

Ritorna in Friuli Venezia Giulia il violinista per un concerto al Teatro Verdi con i Solisti Veneti diretti da Scimone

Ogni suo ritorno autorizza a parlare di "grande ritorno": Uto Ughi si esibirà nuovamente in Friuli Venezia Giulia. Non, questa volta, nell'amatissima Trieste, bensì a Pordenone, precisamente al Teatro Verdi, sabato 10 giugno alle 21, in un appuntamento dal titolo "Trionfo del virtuosismo". Con lui ci saranno I Solisti Veneti diretti da Claudio Scimone. Potremo ascoltare "Preludio e allegro" di Pugnani, la Romanza in fa maggiore di Beethoven (celeberrima anche per il suo utilizzo nello spot pubblicitario di un brandy), il Terzo Concerto per violino di Mozart.

Nella prima parte dell'appuntamento, I Solisti Veneti si esibiranno nella Sinfonia "La Casa del Diavolo" di Boccherini, nel Concerto n. 9 in re minore per oboe e archi di Vivaldi e in "Lettera" per violoncello e archi di Pino Donaggio. L'evento rientra nel Veneto Festival 2017 inaugurato il 12 maggio nella Chiesa degli Eremitani di Padova, dove la compagine diretta dal maestro Scimone ha presentato la prima esecuzione in tempi moderni di "Tubae et Tympane Sonate" di Ferdinando Bertoni e la "Grande Messa" in do minore di Mozart.

Realizzato da I Solisti Veneti in collaborazione con l'assessorato alla Cultura del Comune di Pordenone, e con il Teatro Verdi, il concerto del 10 giugno sarà un'anteprima di Estate in città. L'ultima volta in regione di Uto Ughi risale allo scorso anno, e, precisamente, a domenica 16 ottobre, al Verdi di Trieste. Anche in quell'occasione con il grande violinista c'erano I Solisti Veneti diretti da Scimone; e, tra l'altro, del programma facevano parte la Sinfonia "La Casa del Diavolo" di Boccherini, la Romanza in fa maggiore di Beethoven (tra i cavalli di battaglia di Uto Ughi) e "Lettera" di Pino Donaggio: pagine che, come detto, potremo ascoltare anche il 10 giugno. Una curiosità: "Lettera" è una pagina dedicata espressamente alla compagine di Claudio Scimone: in pochi sanno, infatti, che Donaggio ha esordito come violinista, suonando nel primo concerto dei Solisti Veneti il 26 ottobre 1959, all'Olimpico di Vicenza.

In

tempi assai più recenti, Scimone gli ha chiesto di scrivere un brano per I Solisti Veneti: richiesta accolta, al punto che il noto cantautore e compositore di brani per I Solisti Veneti ne ha scritti più di uno, confluiti in un bel cd della Warner.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie