Quotidiani locali

Larsson e il suo mondo a Pordenone

Lo scrittore e saggista svedese aprirà “Dedica” l’11 marzo in un dialogo con Luca Crovi

PORDENONE. «L'editoria, si sa, segue la moda e i gusti dei lettori. Negli ultimi anni si è imposta la letteratura nordica, con grandi rivelazioni di giallisti scandinavi. In questo, il nostro ospite è fuori dal coro, ma non meno strabiliante: allo scrittore e saggista svedese Björn Larsson e alla sua letteratura d'avventura, solo fintamente leggera, è intitolata l'edizione 2017 di Dedica Festival, dall’11 al 18 marzo a Pordenone».

A fare le presentazioni ufficiali è Claudio Cattaruzza, curatore della rassegna organizzata dall’associazione Thesis e da un solido sostrato di sponsor istituzionali, privati e associazioni che per la promozione della cultura e del turismo del territorio hanno fatto rete permettendo un programma ricco e sfaccettato. Con spettacoli, conversazioni, cinema, musica, arte, libri, percorsi per giovani e famiglie, che si alterneranno fra il Convento di San Francesco, il Teatro Verdi, il Municipio della città, l’auditorium Concordia, la sede Oceano di Servizi Cgn e l’Università Ca’ Foscari di Venezia, la 23° edizione di Dedica si immerge totalmente nel mondo e nelle ambientazioni romanzesche di Larsson, attenta soprattutto al contesto culturale in cui è maturato il suo pensiero.

Docente di letteratura francese all'Università di Lund, filologo, poliglotta, traduttore, viaggiatore appassionato di mare e di navigazione, Larsson invita con il suo stile spesso eclettico e impressionista a veleggiare senza rotte prestabilite là dove la realtà si offre con l’energia simbolica dell’arte o la fantasia arriva a immaginare il vero.

E lo fa anche a Pordenone, entusiasta di un invito che rafforza il suo legame con l'Italia, atteso l'11 marzo alle 16.30 per l'inaugurazione al Teatro Verdi per un dialogo con il giornalista e scrittore Luca Crovi. Il benvenuto proseguirà al Ristorante Fossa Mala di Fiume Veneto, per degustare i prodotti tipici friulani sulle orme di uno dei suoi best seller, “La vera storia del pirata Long John Silver”, alla presenza anche delle autorità diplomatiche svedesi, sempre a cura di Luca Crovi, con la voce recitante dell’attore Gigio Alberti, uno dei protagonisti del premiato “Mediterraneo” di Gabriele Salvatores.

Tra gli appuntamenti da non perdere, domenica 12 marzo alle 11 nella Biblioteca di Pordenone Guido Cecere inaugurerà la mostra “Raccontare il mare”, che unirà le evocative fotografie di Angelo Corbetta al mare di Björn Larsson attraverso l'amore comune per la sua natura di luogo dell'anima, fonte di ispirazione e metafora di libertà, come trapela anche dai taccuini di appunti e note, i diari di bordo e le carte nautiche che Larsson leggerà. Sempre il 12 alle 17 all'Ex Convento di San Francesco si terrà un simposio su “Le grammatiche dell’immaginazione”, dove la fisica, scrittrice e divulgatrice Gabriella Greison, Björn Larsson e Chiara Valerio, scrittrice e direttrice culturale della nuova fiera del libro di Milano "Tempo di libri", tenteranno di ristabilire l'integrità di una cultura che non si spacchi tra scientifica ed umanistica.

Lunedì 13 alle 20.45 nel convento San Francesco, Dedica si fa teatro con “Jan Y. diario di bordo da una specie di giallo con una specie di musica e alcune poesie”, lettura scenica con Massimo Somaglino, Giuliana Musso e Igi Meggiorin tratta dal romanzo “I poeti morti non scrivono gialli” di Björn Larsson. E dopo la lectio magistralis sul “Buon senso comune”, che lo scrittore terrà all’Università Ca’ Foscari di Venezia martedì 14 alle 12, e la consueta consegna del sigillo della città, mercoledì 15 alle 11 nella Sala Consiliare, venerdì 17 Larsson sarà premiato nel convento San Francesco col Premio Crédit Agricole Friuladria “Una vita per la Scrittura”, dove, alle 20.45, seguirà l'incontro “Lessico di libertà”, con l’antropologo Marco Aime e il saggista Ernesto Ferrero, direttore del Salone del Libro di Torino.

Gran finale del festival sabato 18 alle 20.30 e alle 22.30, nel convento San Francesco, con il doppio concerto della cantautrice svedese Sophie Zelmani, voce morbida, raffinata e intimista, dalle liriche asciutte ed evocative di grandi cantautori come Leonard Cohen, Bob Dylan, Neil Young, dai quali trae ispirazionee che ben si accordano alle pagine di Larsson. In collaborazione con Associazione Sexto-festival Sexto ‘nplugged e Bpm Concerti.

Collateralmente, letture sceniche, teatro, proiezione di film e mostre coinvolgeranno studenti di ogni grado e le molte associazioni culturali del territorio, con iniziative che si estenderanno anche al vicino Veneto grazie ad “Aspettando Dedica”.

Anteprime a ingresso libero che prenderanno il via sabato 18 febbraio alle 17.30 nelle cinque librerie di Udine Odòs, Kobo Shop, Cluf, Martincigh e La Pecora Nera (da dove partirà il percorso) con la lettura itinerante "Poeti, pirati e fuggitivi. Una lettura itinerante di Björn Larsson". Andrea Visentin e Carla Manzon avvicineranno all’opera di Björn Larsson e al suo mondo narrativo con storie di uomini e donne decisi a cercare la verità al prezzo della propria libertà personale, di poeti in cerca di nuove forme espressive e di uomini di mare che hanno fatto della coerenza il proprio credo.

Un tour di letture,

reading, laboratori per bambini, serate musicali e “filibustiere” realizzati grazie alla collaborazione delle molte librerie, delle biblioteche e dei locali che hanno entusiasticamente aderito all'iniziativa.

Programma completo su www.dedicafestival.it

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista