Quotidiani locali

trieste

Studenti-attori al Pellico per la festa di “Teatrando”

Da martedì 17 a sabato 21 maggio, il teatro Pellico di via Ananian ospita la rassegna teatrale con protagonisti i più giovani

TRIESTE Edizione numero 7, una nuova sede e un maggiore fermento. Da martedì 17 a sabato 21 maggio, il teatro Pellico di via Ananian ospita “Teatrando... dal rione alla città, all’Europa!”, rassegna teatrale scolastica a cura dell’Istituto comprensivo San Giovanni, progetto coordinato da Julian Sgherla e Ardea Cedrini e realizzato in collaborazione con gli Istituti scolastici Altipiano, Bergamas, Rilke di Duino Aurisina, San Giacomo e Deledda/Fabiani.

La manifestazione ribadisce il suo respiro internazionale, apre quest’anno a realtà provenienti anche da Austria, Croazia e Slovenia e mantiene l’ampio assetto di adesioni riservato alle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado senza ignorare le “compagnie” di ricreatori, gruppi studenteschi e associazioni culturali. Tavolozza ricca di colori anche sul piano delle espressioni.

“Teatrando” accoglie infatti rappresentazioni su qualsiasi tema e di diversa tipologia artistica, spaziando dalla prosa alle letture, sino al musical, il teatro/danza e il balletto. Resistono invece alcune delle rare condizioni incluse nel regolamento, sia quella di limitare le rappresentazioni entro i 50 minuti che di snellire il più possibile le procedure di allestimento del palco tra una recita e l’altra.

Cambia invece la sede, trovando nel teatro Pellico il nuovo salotto di un progetto che invita i ragazzi a lavorare non solo sul palco. Il “dietro le quinte” e ulteriori tappe collaterali danno ulteriore sale anche all’edizione 2016 di “Teatrando”. Già, come? Intanto con una serie di laboratori di recitazione, guidati da un esperto docente e ideati per affilare voce e cuore in vista delle rappresentazioni.

Confermata anche la nicchia ideata sotto la voce “Salotto teatrale”, ovvero il dibattito tra studenti e moderatore nell’ambito di uno spunto culturale da individuare e da vivere anche con la valenza dello scambio multi linguistico. E ancora, la rassegna ripropone un classico come “Incontro con l’attore”, tappa in programma sabato 21 maggio alle 18 e che vedrà in cattedra la versatile interprete triestina Marzia Postogna alle prese con le curiosità e i quesiti degli studenti.

Non è tutto. Lo studio degli altri linguaggi della sfera comunicativa, quelli non necessariamente tradotti dalla matrice artistica, torna alla ribalta tramite le altre due iniziative che orbitano lontano dal palco del Pellico: si tratta di Teatrando Tg e del progetto targato “L’applauso”, due forme dal respiro giornalistico curate da Annalisa Perini, concretizzate rispettivamente con il canale audiovisivo

e con il più tradizionale tratto cartaceo della rivista contenente recensioni, interviste e analisi legate all’intera rassegna teatrale. L’intero programma nel dettagli lo potete trovare sul sito del Comune di Trieste, www.retecivica.trieste.it.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro