Quotidiani locali

NUOTO E TUFFI

La gaffe dello speaker distrae Noemi

Batki quinta. Codia fuori dalla finale dei 50 farfalla

TRIESTE. Noemi Batki solo quinta in coppia con l’enfant prodige cosentino Giovanni Tocci nel team event mixed, Piero Codia senza finale nei 50 farfalla. Questo il lunedì dei triestini agli Europei di Glasgow.
NOEMI. La gara è il team event mixed e Noemi è pronta a eseguire il suo ordinario indietro carpiato dai 3 metri. La concentrazione è al top, è il suo primo tuffo in questo Europeo e il trampolino non è certo la sua specialità, visto che è la piattaforma la sua specialità. Tocca a Noemi e invece lo speaker annuncia il tuffo di Giovanni Tocci, verticale con salto mortale avanti carpiato dalla piattaforma. Panico. Poi si riparte, si tuffa Noemi come da programma ma la magia del momento è stata infranta, la concentrazione è andata a farsi benedire... E il tuffo non va affatto bene, appena 39 punti. «Quello stop all’inizio mi ha un po’ confusa e non essendo una trampolinista l’ho poi pagato» il commento della ragazza tesserata Esercito/Triestina Nuoto che da qualche mese si allena a Roma con Domenico Rinaldi. E così il team event mixed se ne è andato con gli azzurri quinti. «Era quasi un gioco, adesso si comincia. Sono ottimista» minimizza allora Noemi, facendo leva su tutta la sua esperienza visto che lei è una che in carriera agli Europei ha vinto un oro (Torino 2011), tre argenti e tre bronzi. Sul podio di Glasgow dunque oro all’Ucraina, argento alla Germania e solo bronzo ai favoritissimi della vigilia, i russi Iuliia Tamoshinina ed Evgenii Kuznetov. Martedì, alle 13.30, la vera gara di Noemi Batki: il sincro dalla piattaforma che la vede in coppia con Chiara Pellacani: trent’anni Noemi, 16 anni Chiara, la strana coppia dei tuffi azzurri può davvero regalare grandi emozioni.
CODIA. Si ferma in semifinale l’Europeo di Piero Codia, il triestino tesserato per l’Aniene, nei 50 farfalla. Codia aveva superato le qualifiche con il 14.mo crono, qualifiche invece risultate fatali al suo rivale di sempre Matteo Rivolta mentre invece era passato anche Andrea

Vergani, che poi è riuscito a anche a entrare in finale con il quinto tempo. La semifinale: il triestino dell’Aniene è partito alla grande per pagare pesantemente però nella seconda metà della vasca e chiudere con l’ultimo tempo di manche, 23”36. Mercoledì tornerà in vasca per i 100 farfalla.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro