Quotidiani locali

Basket  

Loschi: «L’Alma mi ha dato la carica, grazie Trieste»

L’esterno trevigiano giocherà a Roma. «Non aveva senso aspettare, avevo tre offerte e ho scelto il team di Corbani»

TRIESTE

Stessa categoria, la serie A2, ma un altra città da conoscere e una nuova scommessa da vincere. Federico Loschi lascia Trieste per raggiungere Roma e sposare il progetto ambizioso voluto nella Capitale da coach Corbani. Un allenatore che Loschi conosce bene e che è stato uno dei motivi che lo hanno spinto ad accettare la proposta dell'Eurobasket.



«Il mio obiettivo - racconta Federico - era rimanere nel girone Est. Essere arrivati fino in fondo con l'Alma mi ha portato sul mercato quando ormai le principali squadre avevano chiuso il roster e comunque coperto il mio ruolo. Con Bologna, Verona, Udine e Forlì al completo ho guardato nell'altro girone e ho trovato stimolante la proposta di Roma. Corbani lo conosco bene, la piazza mi attira e gli obiettivi sono tali da creare i necessari stimoli».



Dopo la stagione disputata in maglia Alma nulla spaventa più Loschi. Che a Trieste ha dovuto mettersi in gioco in una squadra dalle rotazioni infinite ritrovando il piacere di lottare per guadagnare minuti sul parquet. «Una situazione che mi mancava e che mi è servita tantissimo - sottolinea l'ala trevigiana - Negli ultimi campionati sapevo che, qualunque cosa avessi fatto, il posto in campo non me lo toglieva nessuno. Mi ero un po' seduto e avevo bisogno di una situazione come quella che ho vissuto quest'anno. Con uno come Green pronto ad entrare il pericolo di rilassarsi proprio non c'era».



«Ho abbinato disciplina tattica a un lavoro fisico che non svolgevo da anni. Per questo devo ringraziare Paolo Paoli che mi ha "ammazzato" nel corso della stagione ma mi ha rimesso in condizioni davvero ottimali. Chi mi ha visto lavorare questa estate dopo un anno di lontananza me lo ha fatto notare. A livello fisico sono cresciuto tantissimo».



La possibilità di restare in maglia Alma non si è mai davvero concretizzata. Trieste ha fatto una scelta, Loschi è andato per la sua strada senza voltarsi indietro. «Una scelta ponderata, la mia - sottolinea Federico - Avevo tre trattative avviate e ho preferito il certo per l'incerto. Non aveva senso aspettare per poi magari perdere la possibilità di concretizzare le offerte. Devo ringraziare tutti, comunque, perchè aver vinto un campionato mi ha dato grande visibilità e la possibilità di scegliere per il meglio».



«Assieme a Brescia, Trieste è la piazza che mi ha voluto più bene. E' incredibile il numero di messaggi che ho ricevuto quando si è saputo che avevo scelto

Roma. Tante persone mi hanno scritto, conservo il ricordo di ogni parola. Non è retorica, sono cose che fanno piacere e restano impresse nella memoria. Per questo voglio salutare e ringraziare davvero tutti i triestini assieme ai quali ho vissuto un anno straordinario». —



TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro