Quotidiani locali

Italiano per formazione cestistica, Strautins ha giocato con Orzinuovi Mauro: «Può migliorare». Sussi, vice all’Orlandina: «Interessante» 

Triennale ad Arturs il lettone Un’ala già protagonista in A2

IL PERSONAGGIO TRIESTE Dopo Kaspars Cipruss, a distanza di diciotto anni, un altro giovane lettone entra a far parte della famiglia della Pallacanestro Trieste. Ufficializzato ieri da parte dell'Alma...

IL PERSONAGGIO

TRIESTE

Dopo Kaspars Cipruss, a distanza di diciotto anni, un altro giovane lettone entra a far parte della famiglia della Pallacanestro Trieste. Ufficializzato ieri da parte dell'Alma l'arrivo di Arturs Strautins, ala del 1998 (compirà vent'anni il prossimo 23 ottobre) nella passata stagione alla corte di Orzinuovi dove ha disputato un campionato interessante realizzando 11,1 punti e 7,3 rimbalzi di media, tirando con il 44% da due, il 26% nelle triple e l’80% ai liberi.

Cresciuto in Lettonia nelle giovanili del Riga, arriva quindicenne in Italia scelto da Reggio Emilia, società con la quale completa il percorso giovanile diventando a tutti gli effetti giocatore italiano. Con la Pallacanestro Reggiana esordisce anche in EuroCup nella stagione 2015-2016 poi viene ceduto a Capo d'Orlando e da li il passaggio in prestito a Orzinuovi. Liberatosi dal contratto siglato con la società siciliana, Strautins ha firmato con l'Alma un accordo su base triennale.

«Gli avevamo proposto di restare con noi - racconta David Sussi, assistent coach di Capo d'Orlando - lui ha preferito la serie A e ha deciso di accettare la proposta di Trieste. Quali sono le sue caratteristiche? Direi che è un giocatore di talento e grande presenza fisica, sicuramente sovradimensionato rispetto ai pari ruolo della sua età. Sa rendersi utile in tante situazioni, è pericoloso in penetrazione e a rimbalzo, va seguito e indirizzato perchè ha bisogno di capire come, aldilà del suo talento, può essere utile alla sua squadra. Buon lavoratore, può essere un acquisto interessante in prospettiva».

Considerazione sposata dalla società, soddisfatta per una operazione fortemente voluta dalle due parti. «Strautins è un giocatore che abbiamo avuto modo di vedere da vicino nella scorsa stagione- sottolinea l'Ad Gianluca Mauro- non è stato facile portarlo

a Trieste perchè aveva diverse offerte ma alla fine siamo riusciti a venire a capo della trattativa. Si tratta di un elemento con buone prospettive, che ha appena vent'anni e dunque può ancora migliorare molto. Siamo lieti di dargli il benvenuto nella nostra famiglia». —



TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro