Quotidiani locali

Vai alla pagina su Pallacanestro Trieste
Mauro: «Alma, per Green a Trieste la porta è socchiusa»
basket Serie a 

Mauro: «Alma, per Green a Trieste la porta è socchiusa»

L’amministratore delegato: «Bowers vuole tornare, noi gli siamo legati ma non abbiamo ancora deciso sulla riconferma. Due o tre opzioni per il centro. Faremo una campagna abbonamenti da massima serie»

TRIESTE L’Alma Trieste che sta nascendo gli piace. Si coccola i nuovi acquisti, si gode i primi contatti con il palcoscenico rincorso negli ultimi dodici mesi. Gianluca Mauro, amministratore delegato dell’Alma, si sta calando nel clima della serie A.

Wright, Sanders, Peric le novità finora.

C’è da essere contenti. Si tratta di giocatori di valore che hanno già giocato in serie A e per noi era fondamentale contare su pedine del genere. Peric, ad esempio, ha una lunga militanza nel torneo d’elite e ha vinto uno scudetto. La sua conoscenza della A ci servirà. Quando l’abbiamo ufficializzato ci hanno fatto i complimenti.

Mercato complicato?

Complesso, come sempre. Dove può succedere, come è successo, che un giocatore all’ora di pranzo sia tuo e la sera si accordi con qualcun altro...

E adesso?

Manca ancora qualcosa. Per il lungo ci sono due o tre opzioni. Qualcosa alla Summer League c’è, ma adesso si stanno buttando tutti sugli stessi pesci e i prezzi sono al rialzo, probabilmente basterà attendere.

leggi anche:



Serve anche un esterno straniero. O, forse, anche no. Ma con Javonte Green la porta rimane aperta o è definitivamente chiusa?

Diciamo che è socchiusa. L’impressione è che non sappia cosa fare, ha ricevuto offerte, deve farsi consigliare per il meglio. Se sono vere certe cifre che ho sentito, noi non possiamo competere. Vogliamo bene a Javonte ma se nel frattempo c’è una buona occasione non possiamo sprecarla.

Si è diffuso il nome di Reggie Hearn, tre partite nell’Nba con i Detroit Pistons.

Mai trattato.

Green non è l’unico ex in bilico. Bowers resta?

Laurence si è trovato bene con noi e noi lo apprezziamo come giocatore e come persona. In questo momento, però, non possiamo dare certezze. Dipende dalle valutazioni tecniche in base alla squadra che sta prendendo forma.

Giovedì presenterete la nuova campagna abbonamenti che partirà il lunedì successivo. Ai tifosi biancorossi preme sapere: rispetto ai prezzi dello scorso anno in A2 i ritocchi quanto saranno all’insù?

Non faremo grossi stravolgimenti. Ci saranno ritocchi ed è inevitabile ma abbiamo preso in considerazione i prezzi medi delle squadre della serie A nell’ultima stagione, escludendo le piazze più care come Milano. Insomma, saremo in linea con gli altri club, senza esagerare. Intanto, stiamo pensando a interventi all’Alma Arena, come la numerazione del terzo anello per assecondare esigenze di sicurezza.

Tra i sogni del cassetto c’è da tempo il progetto della Basket Academy. Ci sono sviluppi?

In questi mesi ci sono state altre priorità e abbiamo rallentato. In campo giovanile comunque stiamo lavorando per consolidare le squadre investendo in particolare sui lunghi. Il giovane kosovaro ingaggiato poche settimane fa è stato una buona operazione.

Si era ventilata anche la possibilità di creare prima o poi una squadra satellite dove far maturare i giovani.

Abbiamo stretto la collaborazione con la Servolana e avremo la possibilità di vedere direttamente come maturano i ragazzi. È quella la formazione cui ci appoggiamo.

Di team satellite in serie B per ora non se ne parla?

Ora ci muoviamo così. Non poniamo però limiti al futuro. —




 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro