Quotidiani locali

CICLISMO

Viviani trionfa a Grado, gran finale a Trieste con strade chiuse

Domenica stop alle auto dalle 14 alle 16.30 sul circuito

GRADO Non ce n’è per nessuno. In questo momento lo sprint è lui. Quattro successi al Giro, filotto finora nelle tappe dell’Adriatica Ionica Race accessibili a chi mangia pane e volate. Elia Viviani piazza il proprio sigillo anche a Grado - sopravvivendo anche all’ultima salita della corsa e ai chilometri impegnativi e suggestivi di sterrato nel finale - e prenota il poker perché domenica la tappa finale a Trieste, con circuito cittadino da ripetere sette volte, è di quelle che stuzzicano i velocisti. La classifica generale incoronerà quasi certamente l’ennesima scoperta di quel geniaccio di Gianni Savio, il ventenne colombiano Sosa Cuervo che ha domato il Giau nella frazione più dura della manifestazione ideata da Moreno Argentin.
Ordine d’arrivo. 1) Elia Viviani (Ita, Quick-Step Floors), 223,2 km in 5h14'56", media di 42,523 km/h; 2) Giacomo Nizzolo (Ita, Trek-Segafredo) s.t.; 3) Alvaro Hodeg (Col, Quick-Step Floors) s.t.; 4) Riccardo Minali (Ita, Italia) s.t.; 5) Mark Renshaw (Aus, Team Dimension Data) s.t.
Classifica generale. 1) Ivan Ramiro Sosa (Col, Androni Giocattoli-Sidermec), 552 km in 14h11'30", media di 38.888 km/h; 2) Giulio Ciccone (Ita, Bardiani Csf) a 45"; 3) Ildar Arslanov (Rus, Gazprom-Rusvelo) a 1'13"; 4) Edward Ravasi (Ita, Uae Team Emirates) a 1'44"; 5) Valerio Conti (Ita, Uae Team Emirates) a 1'57".

leggi anche:

Per quanto riguarda la tappa di domenica dopo la partenza da Grado, la carovana si dirigerà verso Sagrado e da lì a Doberdò del lago per poi raggiungere il Carso triestino. Da Prosecco imboccheranno Strada del Friuli e successivamente approderanno in Viale Miramare per proseguire fino a Piazza Libertà dove inizierà il circuito cittadino di 6,100 km da ripetere sei volte. Il tracciato sarà lo stesso della tappa conclusiva del Giro d’Italia 2014 ma nel senso inverso. Quindi da via Valdirivo attraverso via Gallina in piazza Goldoni, superando le gallerie Sandrinelli e San Vito per poi raggiungere la zona di Campi Elisi e dirigersi verso le Rive.


Questo il dettaglio.CHIUSURA AL TRAFFICO DALLE 13 ALLE 15: Strada del Friuli, via Perarolo, v. Boveto, v.le Miramare, piazza Libertà e corso Cavour. CHIUSURA DALLE 14 ALLE 16.30: via Valdirivo, v. Reti, p. S.Giovanni, v. Gallina, p. Goldoni, v. Pellico, Galleria Sandrinelli, v. Bernini, Gall.San Vito, v. Alberti, v. S.Marco, v.le Campi Elisi, v. Fiamme Gialle, Pass.S.Andrea, v. G.Cesare, v. Ottaviano Augusto, Rive fino a Corso Cavour e da Corso Cavour a v. Milano. Dalle 14 alle 16.30 in via Carducci restringimento di carreggiata, nel trattoMilano-Reti con il mantenimento di tre corsie. DIVIETI DI SOSTA: su ambo i lati via dell'Orologio, via Mercato Vecchio e via Gallina, con l'esclusione per posti disabili. LE VIE DI FUGA: La cittadinanza non sarà “ingabbiata” dentro il circuito poiché gli operatori della Polizia Locale indicheranno le possibili vie di fuga. Per la zona di S .Vito: Ascanio Canal, S.Giusto, Bramante e Pestalozzi. Da Pestalozzi verso Costiera: v. Molino a Vento, p.Garibaldi, v.Carducci, p.Dalmazia, v. Ghega e v.le Miramare. L'accesso per i residenti nell'area interdetta del Borgo Teresiano sarà possibile attraverso Largo Canal, v.S.Michele, v. Venezian, v. Cadorna, v. dell'Orologio, v. Pozzo del Mare, Teatro Romano, S. Spiridione.
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro