Quotidiani locali

L’Inter brucia la Lazio ed è in Champions

Il Milan travolge la Viola ed entra in Europa League. Crotone in B, Udinese in festa al Friuli

ROMA. Archiviata la festa della Juve e l’addio di Gigi Buffon tutto concentrato su Europa e retrocessione. Riflettori puntati sull’Olimpico dove la Lazio dopo aver dominato la partita si fa rimontare dall’Inter 3-2 con i nerazzurri che conquistano in extremis la Champions.

Dura mezz'ora la suspence salvezza: Insigne regala due assist al bacio per Milik e Callejon, il Crotone alza bandiera bianca e precipita in serie B anche perchè la Spal è già in vantaggio e non molla la presa. Tirano un sospiro di sollievo le altre pericolanti che comunque vincono tutte per 1-0: Udinese e Chievo vanno in vantaggio e poi controllano, il Cagliari si impone alla fine con l'Atalanta che si qualifica in Europa League ma dovrà cominciare a luglio dai preliminari. Il Milan infatti mette in cassaforte il quinto posto, si congeda col sorriso sulle labbra dal suo pubblico, portato per mano da Calhanoglu, e travolge 5-1 una Fiorentina in disarmo. I rossoneri sono trascinati dalla coppia Cahlanoglu-Cutrone, punto fermo per il futuro. Il turco segna un gol e crea due assist che il giovane attaccante trasforma chiudendo la stagione del suo lancio con dieci gol. Segna anche Kalinic, che vede però piuttosto nebuloso in suo futuro rossonero. Il sigillo finale

è di un altro baluardo rossonero, Bonaventura. Per i viola un preoccupante congedo che darà importanti lumi alla società per il prossimo mercato. L'Atalanta perde a Cagliari di fronte a una squadra che lotta per la salvezza e che si è svegliata nelle ultime gare.

ALLE PAGINE 34 E 35.

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro