Quotidiani locali

Vai alla pagina su Pallacanestro Trieste
Alma Trieste, prova a prenderti tutto DIRETTA TWITTER DALLE 18
basket/ il derby

Alma Trieste, prova a prenderti tutto DIRETTA TWITTER DALLE 18

Alle 18 davanti a 7 mila persone battere Udine significherebbe blindare il primato. Attenzione: l'uscita della Grande Viabilità di Valmaura sarà chiusa dalle 16 in poi

Aggiornamento viabilità. Alma Pallacanestro Trieste, in occasione della gara odierna con Udine (palla a due alle ore 18.00 – apertura porte dalle ore 16.00), comunica che l’uscita della Grande Viabilità di Valmaura sarà chiusa dalle 16 in poi. Si invitano pertanto i tifosi ad arrivare al palazzetto dello sport con congruo anticipo e utilizzando anche i mezzi pubblici, per favorire il regolare traffico cittadino.

QUI SOTTO DALLE 18 LA DIRETTA TWITTER DEL MATCH

 

 

TRIESTE. Il fortino dell’Alma Arena nel pomeriggio di oggi, domenica 15 aprile, sarà ancora più affollato, ancora più rosso. Si gioca alle 18 il derby, e già questo racconta tutto.

L’Alma ha la splendida occasione in un colpo solo di centrare una raffica di risultati: vincere significherebbe vendicare la sconfitta di fine 2017 al Carnera (che acuì il problema delle prove esterne), concludere imbattuti le prestazioni casalinghe ma soprattutto mettere definitivamente sotto chiave il primo posto al termine della stagione regolare. Un primato inattaccabile, senza doversi preoccupare dei risultati della Fortitudo o delle formazioni del girone Ovest. Una prodezza che regalerebbe il lusso di affrontare i play-off sapendo di poter contare sempre sul fattore campo. Favore mica da poco per un team, quello allenato da Eugenio Dalmasson, che nell’ultimo anno e mezzo - tra campionato, play-off e Supercoppa - ha visto cadere il fortino solo due volte.



Trieste contro Udine è una partita di basket e una sfida di nervi. Un logorante confronto in cui non si sommano solo i valori tecnici. Al Carnera vinse la Gsa anche perchè ebbe più voglia di vincere. Non sappiamo quanta sia la voglia attuale dei bianconeri friulani, conosciamo però quella dell’Alma. Tanta. Tantissima. La visita e l’incitamento da parte dei tifosi durante un allenamento in settimana hanno caricato ulteriormente il gruppo. Uno stato d’animo ben fotografato dall’eccitazione di Daniele Cavaliero che torna a disputare un derby sul parquet di casa dopo tre lustri. Un clima che sembra essere stato compreso anche da chi è approdato a Trieste solo la scorsa estate.

L’Alma non potrà contare ancora su Juan Fernandez che verrà rimesso in pista solo quando tecnico e staff medico riterranno sia il momento giusto per non correre rischi. Certo, un eventuale recupero per Montegranaro varrebbe un “tagliando” per il Lobito prima di iniziare l’avventura dei play-off. Sarà l’Allianz Wall questo pomeriggio (a proposito, cancelli aperti dalle 16) a ufficializzare la scelta di coach Dalmasson in merito al senior da lasciare fuori dai dieci. Capitan Coronica, quello più spesso sacrificato, da buon triestino fiuta il derby come fa un lupo con la preda, Giga Janelidze (altro rimasto fuori in passato) potrebbe servire contro il solido pacchetto di lunghi avversario mentre Federico Loschi (l’esterno meno brillante nelle ultime uscite) resta comunque una risorsa offensiva. Bel rebus.

Nelle file udinesi apprezzabile la scelta coraggiosa di lanciare il giovane play Caupain, a digiuno di esperienze europee, proprio nella trasferta più difficile, di fronte a 7mila tifosi avversari che aspettano solo di vincere per fare festa. Un bel rischio, visto che di solito per un giovane Usa è sempre più confortevole un debutto davanti ai propri sostenitori. Ma Udine, in cerca di quei punti necessari per mettere i play-off al sicuro, non può permettersi la pazienza.

Insomma, l’avete capito: Alma-Gsa Udine questo pomeriggio non sarà solo una questione di campanile. I due punti valgono un responso pressochè definitivo sul proprio destino nella stagione regolare. Trieste e i suoi tifosi hanno una disperata, bruciante voglia di liquidare la questione già stasera. Una vittoria per tre risultati: derby, imbattibilità e primato. Un fortino colorato di rosso per una tentazione irresistibile.

La partita viene trasmessa in diretta da Sportitalia.

La classifica a 80 minuti dalla fine della stagione regolare: Alma Trieste 42, Bologna 40, Treviso e Montegranaro 36, Ravenna, Jesi, Gsa Udine e Verona 32, Ferrara 30, Imola 28, Mantova e Forlì 24, Piacenza 22, Bergamo 18, Roseto 12, Orzinuovi 8.
 

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro