Quotidiani locali

calcio giovanile 

Panaro, Kepi e Iacovoni provano per Spal e Milan

TRIESTE. Belli gli anni in cui a Trieste arrivavano i vari Borriello, Mantovani, Aquilani, Galloppa, da una semplice stretta di mano tra l’allora presidente, il vulcanico quanto giudizioso Berti, e i...

TRIESTE. Belli gli anni in cui a Trieste arrivavano i vari Borriello, Mantovani, Aquilani, Galloppa, da una semplice stretta di mano tra l’allora presidente, il vulcanico quanto giudizioso Berti, e i dirigenti dei grandi club italiani. Eppure, dopo anni di completo oblio dai palcoscenici del professionismo, finalmente qualcosa si muove, con la ricostruita filiera delle giovanili alabardate a lanciare i primi messaggi di fioritura, in entrata e in uscita. In questo periodo infatti tre giovani alabardati, sono stati contattati da club di serie A, Milan e Spal, per dei provini. Si tratta della mezz’ala del 2001 Antonio Panaro, del centrocampista 2002 Valerio Kepi e del 2004 Filippo Iacovoni, mezz’ala. Per i primi due il provino con la società estense, anche se Panaro dovrà attendere i prossimi giorni a seguito di un lieve infortunio lamentato nell’ultima gara. Per Iacovoni, l’unico triestino dei tre, il test con il Milan. Umberto Bruno, responsabile delle squadre nazionali, uno degli artefici del rinnovamento, analizza le prospettive. «Quando costruisci un settore giovanile, da zero, i risultati li vedi dopo 3-4 anni. Al momento non guardiamo le classifiche, è logico essere indietro. Servono lavoro, selezione e anni per costruire un settore che funzioni al meglio. Realtà come Atalanta e Inter investono milioni di euro, non possiamo ancora essere a quel livello. Già i serie B, per i diversi introiti, puoi ragionare su budget diversi, anche per il giovanile. Non dobbiamo essere ancorati ad un pensiero provinciale, alle spalle è bello che ci sia uno zoccolo duro

triestino ma non si può pensare che tutti i giocatori migliori nascano a Trieste. Per questo serve il reclutamento da fuori. Ma ciò che più conta, i rapporti e l’immagine della Triestina sono cresciuti, l’appeal dell’Unione con i grandi club è tornato».

Guido Roberti

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro