Quotidiani locali

Impresa della Juve con Higuain e Dybala rimonta a Wembley

Il Tottenham gioca un gran primo tempo e va in gol con Son Nella ripresa i bianconeri trovano l’uno-due e vanno ai quarti

LONDRA. La Juventus ruggisce a Wembley e compie un’impresa da consegnare alla leggenda. La squadra di Allegri batte in rimonta (1-2) ed elimina il Tottenham guadagnando l’accesso ai quarti al termine di una gara pazzesca. Nel giro di tre minuti, la premiata ditta Higuain e Dybala risponde al vantaggio nel primo tempo siglato da Son. Primo tempo di marca Tottenham, con i campioni d’Italia passivi ed incapaci di rendersi pericolosi di fronte all’arrembaggio inglese. Nella ripresa, complici i cambi azzeccati da Allegri, la reazione di orgoglio della Juventus che si desta e colpisce i londinesi con un micidiale uno-due siglato dagli argentini, fino a quel momento non pervenuti. Nel finale, anche sfortunata la squadra di Pochettino che centra un palo con Kane. Gli SPurs fanno da subito la partita in avanti con un’incornata dello scatenato Son, Buffon ci va con i pugni e libera. Ci prova poi Alli, scaricando dal limite: nessun problema per il portiere della Juve. Ancora in evidenza l’onnipresente Son, che fa il bello e il cattivo tempo dalla sua parte: lanciato da Davies il sudcoreano si presenta in area, ma il sinistro è impreciso. Ma è il preludio al vantaggio degli Spurs, firmato proprio dal numero 7 che solo in area sull’assist di Trippier tocca malissimo ma insacca. Vantaggio meritato. Il canovaccio della ripresa inizia nella falsariga del primo, con i padroni di casa a mantenere il comando delle operazioni. Son continua ad avere il piede caldo, destro a lato di poco e pieno di applausi. La prima mossa di Allegri è la staffetta tra l’opaco Matuidi ed Asamoah: tatticamente non cambia nulla, ma è un’iniezione di forze fresche. Poi entra Lichtsteiner per Benatia, per garantire più spinta: Barzagli si posta al centro. Finalmente si vede Dybala: una respinta di Sanchez su cross di Lichtsteiner regala palla all’argentino che però spara alto con il sinistro da ottima posizione. Ma è l’annuncio che il vento a Wembley è cambiato: un minuto dopo, sul cross di Lichtsteiner, Khedira tocca di testa per Higuain che fugge sul filo del fuorigioco e batte Lloris per l’1-1 (64’). Sulle ali dell’entusiasmo, la Juventus arriva persino a ribaltarla: Higuain ricambia il favore e regala una splendida palla in vertcale per Dybala, che a tu per tu con il numero uno degli Spurs lo trafigge di potenza (67’). Pochettino si gioca le carte Lamela e Llorente, ex juventino. Ma poco si può fare contro il miglior Chiellin.

Ma i padroni di casa si fanno coraggio. È nuovamente Son a scaricare un bolide dalla distanza, con palla out di un soffio. L’ultimo brivido ad un minuto dal 90’ e che brivido: traversone di Davies, colpo di testa di Kane che sbatte sul palo e spazzata di Barzagli sulla linea.

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro