Quotidiani locali

Il Lobito: «Ora ritroviamo la tranquillità perduta»

Juan Fernandez suona la carica nello spogliatoio biancorosso: «E il pubblico ci deve dare fiducia, è la spinta necessaria per uscire da questa situazione»

TRIESTE. «Il messaggio che voglio dare ai tifosi è di stare tranquilli. Il momento è difficile ma stiamo lavorando per uscire da questa situazione. Abbiamo bisogno di fiducia per cui, se è vero che vincere è sempre importante, la prossima sfida in trasferta vale tantissimo. Ci può dare la spinta che ci serve per ripartire». Juan Fernandez suona la carica dopo la debacle di coppa Italia e alla vigilia di un ritorno in campionato che proporrà all'Alma la delicata trasferta di Roseto. Gli Sharks, guidati sul campo proprio da un triestino, Marco Contento, sono alla ricerca di punti salvezza. Serve una reazione per dare un calcio alla crisi e ritrovare compattezza.

Analisi «Ci fosse un problema chiaro ed evidente- spiega il “Lobito” - ci lavoreremmo sopra per risolverlo. La realtà è più complicata. Io credo che alla base di questa striscia di risultati negativi in trasferta ci sia un fisiologico calo e che le sconfitte facciano parte dei normali alti e bassi che capitano nel corso di una stagione. Anche a Brescia, nell'anno della promozione, ci fu un periodo negativo in cui perdemmo due partite in casa. Ma ne venimmo fuori terminando nel migliore dei modi la stagione. Serve ritrovare la fiducia - continua Fernandez -, nella consapevolezza che le sconfitte che abbiamo subito non sono la fine del mondo. Abbiamo parlato tanto tra di noi, cercando di capire cosa potesse essere capitato. Forse essere stati primi in classifica tanto a lungo ci ha messo addosso un po' di pressione e non siamo stati bravi a gestire i primi momenti di difficoltà».

Proprio questo spiegherebbe il rendimento altalenante caratterizzato da vittorie convincenti all'Alma Arena e sconfitte brucianti lontano da casa. Conferma Juan: «Potrebbe essere che in casa, con la spinta e l'aiuto del nostro pubblico riusciamo a esprimerci al meglio mentre in trasferta nel primo momento di difficoltà andiamo in tilt».

Insomma, un problema mentale più che tecnico, per il “Lobito”. «Secondo me parte tutto dalla convinzione che ci mettiamo. Ci sono componenti tecniche da migliorare, sicuramente, ma alla base di tutto credo sia una questione di mentalità. Dobbiamo ritrovare quella sicurezza che ha caratterizzato la prima parte della nostra stagione. Solo così potremo riallacciare il filo del discorso».

Dopo una settimana fatta di tante parole tra i tifosi, e di tanto lavoro sul parquet arriva la prova del nove. Indipendentemente da ciò che faranno le avversarie dirette, l'Alma deve prima di tutto ritrovare se stessa. «Vogiamo vincere - conferma Fernandez -: sappiamo che una vittoria domenica può essere la svolta per cancellare questo momento».

Infortuni Magari ritrovando tranquillità durante la settimana. «Ci serve un po' di fortuna - conclude il playmaker dell'Alma -. È stato un anno in cui, già a partire

dal precampionato, ci è successo di tutto. Cose che capitano, per carità, ma sarebbe importante che la dea bendata guardasse anche un pochino verso di noi». Già, perché a livello di infortuni, in questa stagione, Trieste ha già dato ampiamente.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro