Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

EuroLega, in Milan-Arsenal Gattuso sfida Wenger

«Ma in confronto a lui io sono da categoria pulcini...» sorride Ringhio. La Lazio ospita la Dinamo Kiev

ROMA. E dopo la due giorni di Champions, spazio al turno di andata degli ottavi di finale di Europa League: due le squadre italiane ancora in campo, Milan (alle 19 a San Siro contro l’Arsenal) e Lazio (alle 21.05 all’Olimpico contro la Dinamo Kiev).

Milan-Arsenal «In confronto a Wenger sono della categoria pulcini». Rino Gattuso scherza ma non troppo quando dice che Milan-Arsenal non può essere una sfida fra lui e lo storico (ancorché oggi in crisi) allenatore dei Gunners: «Non ci sarebbe par ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

ROMA. E dopo la due giorni di Champions, spazio al turno di andata degli ottavi di finale di Europa League: due le squadre italiane ancora in campo, Milan (alle 19 a San Siro contro l’Arsenal) e Lazio (alle 21.05 all’Olimpico contro la Dinamo Kiev).

Milan-Arsenal «In confronto a Wenger sono della categoria pulcini». Rino Gattuso scherza ma non troppo quando dice che Milan-Arsenal non può essere una sfida fra lui e lo storico (ancorché oggi in crisi) allenatore dei Gunners: «Non ci sarebbe partita. Wenger ha grandissima esperienza, da 22 anni allena la stessa società. Lui sta quasi per finire, io ho appena cominciato, la mia strada è ancora lunga. C'è enorme rispetto, lo saluto e mi metto nel mio angolo, paragoni non se ne possono fare», ha spiegato l'allenatore rossonero alla vigilia dell'andata degli ottavi di Europa League a San Siro. «Una partita così va vissuta con grande gioia. Ci sono calciatori che la sognano per una vita: a San Siro i miei ragazzi dovranno dare il massimo, senza disperarsi se si sbaglia un passaggio - è convinto Gattuso -. Quando abbiamo la palla dobbiamo far correre l'Arsenal, perché alla squadra inglese ciò non piace tanto. Non dobbiamo spaventarci dei 70 mila spettatori in tribuna, ma chiudere gli occhi e pensare che sono tutti con noi».

Lazio-Dinamo Kiev «Un episodio ci ha condannati contro la Juventus: ora dobbiamo rialzarci partendo dalle nostre certezze. La squadra ha giocato meglio nelle ultime gare rispetto alle partite contro le stesse avversarie nel girone d’andata». Dopo gli stop con Milan e Juve, la Lazio di Simone Inzaghi vuole ripartire, a cominciare dalla sfida di questa sera contro la Dinamo Kiev nell’andata degli ottavi di Europa League. «Fisicamente - ha spiegato l’allenatore biancoceleste - la squadra sta bene, ma mentalmente dobbiamo eliminare le scorie scaturite dalle ultime due partite: i ragazzi contro la Juventus sono stati bravissimi a ripartire dopo la sconfitta cocente patita contro il Milan in Coppa Italia. Contro la Dinamo Kiev, squadra che è da anni in Europa e vanta ottime individualità, dovremo condurre la gara senza scoprirci troppo perché quella avversaria è formazione in grado di allestire ripartenze molto efficaci. Vogliamo un risultato positivo perché non sarà facile a Kiev, città nella quale troveremo tanto pubblico e un clima difficile. Ci serve una grande gara all’Olimpico».

Le altre partite Alle 19: Atletico Madrid-Lokomotiv Mosca, Cska Mosca-Lione, Borussia Dortmund-Salisburgo. Alle 21.05: Lipsia-Zenit San Pietroburgo, Marsiglia-Athletic Bilbao, Sporting Lisbona-Viktoria Plzen.