Quotidiani locali

Pernic: «A Padova pronti a combattere»

Il giocatore infortunato parla del match di oggi tra Oriago e Principe: «Questa squadra sorprende sempre ma restiamo concentrati»

TRIESTE . Fermo complice la frattura al metacarpo della mano destra, Alex Pernic sta mordendo il freno in attesa di rientrare in campo. Ci vorrà ancora qualche settimana per rivederlo al fianco dei compagni, nel frattempo lavora in palestra per mantenere una buona condizione fisica e farsi trovare pronto quando sarà il momento. Resta pazientemente al fianco dei suoi compagni facendo il tifo: è stato così sabato scorso contro Siracusa, avverrà lo stesso questa sera quando la Principe sarà impegnata sul campo di Padova. «Non vedo l'ora di poter giocare- confessa il pivot della Pallamano Trieste- purtroppo dopo l'operazione devo rispettare una tabella di marcia che non ammette deroghe. Bendaggio e tutore sono obbligati fino all'8 marzo, la rimozione dei chiodi appena tra una ventina di giorni. Di positivo c'è che la rieducazione non dovrebbe essere particolarmente lunga. Se tutto andrà bene in una settimana dovrei essere a posto per cui, tocchiamo ferro, per la fine del mese potrei essere in grado di rientrare». Un'assenza, quella di Pernic, che si fa sentire. Alex stava giocando bene, rappresentava un punto di riferimento importante sia per la fase difensiva che per quella offensiva. In queste settimane Max Di Nardo sarà costretto agli straordinari, lui come tutti i suoi compagni. «La cosa più bella- continua Pernic- è vedere come in questa stagione siamo sempre stati in grado di sopperire alle difficoltà. Abbiamo avuto mille contrattempi- continua Pernic - eppure non abbiamo mai cercato facili alibi. Pronti a combattere contro ogni avversario e su qualsiasi campo». Nel frattempo l'esordio nella poule promozione si è rivelato vincente grazie al successo strappato al Siracusa. «Bella vittoria- sottolinea Alex- costruita con un ottimo primo tempo e gestita nella ripresa. Se devo fare una piccola critica, gestita un po' troppo. Abbiamo pensato di averla vinta troppo presto e qualcosa abbiamo rischiato nel finale». Un atteggiamento che sarebbe imperdonabile questa sera a Padova. «Un atteggiamento che non ci possiamo permettere- conclude il pivot biancorosso-. Sappiamo che abbiamo tutte le possibilità per andare a fare risultato ma che dobbiamo portare grande rispetto a un'avversaria che in casa può farci male. La difesa dovrà essere all'altezza per limitare la loro capacità di giocare in uno contro uno». Programma della seconda giornata:

Teamnetwork Albatro Siracusa- Bressanone, Fondi- Metelli Cologne, Arcobaleno Oriago- Padova- Principe Trieste. Classifica: Principe Trieste, Bressanone 2, Arcobaleno Oriago-Padova, Metelli Cologne 1, Teamnetwork Albatro Siracusa, Fondi 0.

Lorenzo Gatto



TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro