Quotidiani locali

La Goriziana vince e aspetta il derby in seconda posizione

Il presidente Rosso: «Abbiamo faticato perché Campoformido è un’ottima squadra». Sabato sera l’attesta sfida con la Dinamo

MONFALCONE. L’Us Goriziana si presenterà al derby con la Dinamo di sabato (si giocherà all’Ugg e non al PalaBrumatti, ma sempre con palla a due alle 18.30) dall’alto del secondo posto in classifica. E’ quanto ha detto l’ottava di ritorno in C Silver, con i goriziani che, battendo la Dgm Campoformido, hanno approfittato della sconfitta casalinga di San Daniele con Spilimbergo per agguantare proprio il Michelaccio a quota 30. E il derby sembra essere già nei pensieri dello staff tecnico Usg visto che contro la Dgm è stato risparmiato l’acciaccato Schina proprio per averlo al meglio nella partitissima. Anche senza uno dei suoi realizzatori principali l’attacco di coach Glessi è riuscito però a produrre 86 punti (Di Giovanni, con 29, il top scorer), confermandosi il migliore della categoria (86-75 il finale). «L’attacco funziona sempre anche quando siamo rimaneggiati e questa è una nota di merito per il gruppo – osserva il presidente dell’Usg Roberto Rosso – abbiamo faticato un po’ più del normale in difesa ma devo dire che Campoformido ha dimostrato di essere un’ottima squadra». Nel derby ci sarà un recupero importante anche in casa Ermetris, quello di Zuliani assente a Latisana. Una partita nella quale la Dinamo non è riuscita a sovvertire il pronostico ma che ha dato comunque buone indicazioni alla coppia Ardessi-Mantesso. «Intanto va detto che anche grazie agli altri risultati da questa settimana siamo matematicamente salvi – racconta il vicecoach Mantesso – e per una neopromossa è sempre un traguardo da sottolineare. Sapevamo che sarebbe stata una gara complicata, loro hanno sfruttato bene il vantaggio nei lunghi confermando di meritare una delle prime piazze della classifica. Sono comunque contento della prestazione, bene la nostra panchina, con Kodric ottimo in difesa su Palombita, e Cossi in doppia cifra (11 punti, ndr), e il fatto che Fait e Piras hanno messo benzina nelle gambe in vista delle prossime partite». Niente bis per l’Alimentaria Romans, che dopo aver espugnato Spilimbergo è tornata

nella Destra Tagliamento ma ha ceduto all’Intermek Cordenons per 80-57. L’Asar aveva diversi giocatori non al meglio della condizione, su tutti Marchesan, ma ha tenuto bene per 30’ (-8 al terzo intervallo) grazie al giovane Gasparini, autore di 19 punti.

Michele Neri

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro