Quotidiani locali

Canottaggio 

Otto podi triestini nel challenge di Montecarlo

Ottimi risultati degli atleti di Saturnia e Ginnastica alla manifestazione internazionale di coastal rowing. Le medaglie d’oro sono state conquistate da Sfiligoi, Martini, Millo, Pelloni e Cozzarini

TRIESTE. Una Trieste del canottaggio per ben 8 volte sul podio, quella presente sabato e domenica nel Principato di Monaco per il Challenge Prince Albert, evento che apre la tradizione del coastal rowing internazionale, in quella che può a ragione essere considerata la culla dell'ultima nata, grazie anche alla fortissima influenza francese, tra le discipline del canottaggio. Una specialità che sta diffondendosi a macchia d'olio a livello mondiale e che i rumors vogliono in chiave futuribile come prossima disciplina olimpica. 3 ori, 4 argenti e 1 bronzo i risultati degli armi triestini sulle acque monegasche, impegnati al sabato sulla distanza dei 6 km, sui 3 km alla domenica.

Ospiti e quindi invitati dalla Societe Nautique Monaco, il 4 di coppia con timoniere del Saturnia ed il singolista del Padova, il triestino Martini, campioni iridati al mondiale di Thonon ad ottobre. Nella prima giornata di gare, sui 6 km, rompeva il ghiaccio l'oro per il doppio femminile del Saturnia, di Beatrice Millo e Bianca Laura Pelloni. La barca triestina, completava il percorso in 30'44”, lasciandosi alle spalle di 49” le ungheresi del Danubius, e di 2'06” le padrone di casa del Monaco.

Nel 4 di coppia con timoniere, una delle specialità più numerose, passavano per primi il traguardo gli atleti del Monaco, che avevano la meglio di 19” sul Saturnia Piero Sfiligoi, Lorenzo Tedesco, Federico Duchich, Stefano Morganti, timoniere Andrea Kiraz, terzi i francesi del Saint Malo.

Rispetto alla formazione iridata, il solo cambio del timoniere, con al governo della barca triestina di Kiraz, timoniere mondiale sul 4 con under 23 nel 2013, che andava a sostituire Gioia.

“Andrea si è comportato bene,” dichiarava Sfiligoi, “peccato che la barca che ci hanno assegnato non era il massimo, abbiamo fatto molta fatica ad impostarla ed a vogarci sopra.” Nel singolo femminile, vittoria netta della rappresentante ucraina, medaglia d'argento per la triestina Annalisa Cozzarini (Ginnastica Triestina), terza l'atleta monegasca. Nel singolo maschile infine, medaglia di bronzo per il triestino Simone Martini, alle spalle di due atleti francesi.

Alla domenica, dimezzato il percorso, le gare si facevano più avvincenti, con i distacchi ridotti. Era oro per l'”ammiraglia” di Sfiligoi, Tedesco, Duchich, Morganti, timoniere Kiraz, che si prendevano una bella rivincita sul Monaco, transitando sul traguardo con 6” di vantaggio. Gara tatticamente diversa per Martini che si scrollava di dosso i due francesi che lo avevano preceduto al sabato, conquistando il gradino più alto del podio. Gara combattuta ed incerta fino sul traguardo

quella del doppio femminile, risoltasi al fotofinish, con le triestine Millo e Pelloni che lasciavano alle ungheresi del Danubius l'oro per un solo secondo di distacco. Era argento infine anche per la rappresentante della Sgt Cozzarini, nel singolo donne preceduta sull'arrivo dall'Ucraina.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro