Quotidiani locali

Il football americano arriva a Monfalcone con i Sentinels Isonzo

La squadra di coach Degrassi ha deciso: lascia Fogliano e giocherà al Cosulich le partite interne di campionato

MONFALCONE. La data da segnare sul calendario è quella di sabato 10 marzo, quando lo stadio Cosulich di Mo nfalcone ospiterà la sua prima partita ufficiale di football americano. I Sentinels Isonzo, infatti, per la nuova avventura nel campionato a 11 (2nd Division) avranno l’impianto panzanino come loro casa e dopo l’esordio a Padova il 24 febbraio, ospiteranno i Mastini Verona al Cosulich, con kickoff alle 20.

Una delegazione dei Sentinels, guidata dal coach Michele Degrassi, è stata ricevuta ieri in Comune dal sindaco Anna Cisint e dal consigliere delegato allo Sport Francesco Volante per una sorta di taglio del nastro virtuale dell’approdo in città di una nuova disciplina. Presente anche Federico Ganci, direttore generale dell’Ufm, che ha in gestione il Cosulich e che ha aperto le porte a una collaborazione tra sport diversi. «Continueremo ad allenarci a Fogliano e per questo ringraziamo il Rugby Fogliano, ma per le partite veniamo a Monfalcone convinti che la città possa regalare molta visibilità al nostro sport – dice Degrassi –: vogliamo farci conoscere sempre più anche perché abbiamo iniziato da poco e con successo l’attività giovanile».

Monfalcone “sempre più città dello sport” (parole di Francesco Volante) intenzionata a dare radici a più discipline possibili. «L’obiettivo è proprio questo – commenta il sindaco Cisint – vogliamo creare in città le giuste condizioni per dare ai giovani la più ampia possibilità di scelta tra sport».

Dopo Padova e Verona, arriveranno gli incontri con Castelfranco, Modena e Busto Arsizio.

I Sentinels sosterranno anche la causa benefica della Onlus Vanessa Guido, presente all’incontro con Raffaele Digiacomo. Sono sette infatti gli atleti del team che si sono dichiarati disponibili alla donazione di midollo

osseo. Antonio Guido, il papà di Vanessa, ha voluto legare l’attività della onlus all’immagine del football «per la forza e la voglia di combattere di un giocatore di football, la stessa dei nostri piccoli guerrieri» come ha detto Digiacomo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA



TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro