Quotidiani locali

Rosselli: «Importante ma non decisiva»

Sulla panchina rivale c’è Comuzzo: «Non vedo l’ora di confrontarmi con la leader»

TRIESTE. È dicotomia piena tra sentimento e ragione. Da una parte la testa dice che non sarà quella di stasera la partita decisiva del campionato, dall'altra il cuore esprime sensazioni totalmente diverse. In casa Fortitudo a esprimere la parte più sanguigna della vigilia biancoblù è senza dubbio il tecnico Stefano Comuzzo. Il vice della Consultinvest, promosso head coach a tempo dopo il focolaio di broncopolmonite che ha colpito Matteo Boniciolli, sottolinea l'importanza della sfida. «Non vediamo l'ora di confrontarci con la squadra prima in classifica - le sue parole - anche per dare continuità al nostro buon momento. Dovremo essere capaci di arginare la loro prima linea difensiva, sempre molto intensa».

Più pacato nei giudizi, Guido Rosselli sottolinea come la sfida di stasera sia solo una tappa di un cammino inevitabilmente ancora molto lungo per entrambe le formazioni. Proprio lui, oggetto del desiderio del mercato biancorosso rimasto poi, anche per questioni di natura familiare, a Bologna sarà uno dei protagonisti più attesi questa sera nell'infuocato catino del palaDozza. «Quella contro l'Alma - spiega l'ala empolese- sarà una partita importante ma, ricordiamocelo tutti, indipendentemente dal risultato la stagione non finirà stasera. Sostengo da sempre che bisogna guardare una partita alla volta e non assegno mai troppo significato a una sfida singola. Poi certo, ci sono le cosiddette partite importanti, quelle che possono aumentare l'autostima e la fiducia nei tuoi mezzi. Ma poi se vinci quelle e fallisci le altre, butti via tutto.

Dopo la finale dello scorso anno, Rosselli ritrova Trieste sulla sua strada. «Me la ricordo solida, la ritrovo così- conclude- ed è chiaro

che chi vorrà salire quest'anno dovrà fare i conti con lei. Sono fiducioso perchè il gruppo sta bene, è sereno e si è allenato con impegno. Dovremo riuscire a esprimere questa sera la stessa qualità che ci accompagna nel corso della settimana».

Lorenzo Gatto



TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon