Quotidiani locali

Gorizia festeggia Tripodi per l’argento nel triplo «Orgogliosi del suo talento»

GORIZIA. Altra medaglia pesantissima per Deborah Tripodi e l'atletica goriziana. Questa volta non è d'oro ma d'argento, eppure vale molti di più, perché il podio non è regionale ma nazionale. Deborah...

GORIZIA. Altra medaglia pesantissima per Deborah Tripodi e l'atletica goriziana. Questa volta non è d'oro ma d'argento, eppure vale molti di più, perché il podio non è regionale ma nazionale. Deborah infatti ha colto uno splendido secondo posto nel salto triplo ai Campionati italiani Juniores di Ancona, saltando 12,03 metri, e confermandosi stella di primo livello del movimento giovanile azzurro. Davvero niente male per lei così come per l'Atletica Gorizia, che quest'anno compie 40 anni e si è fatta subito un gran bel regalo. «Dopo momenti difficili si conferma che a Gorizia nascono, e vengono valorizzati, talenti virtuosi dell’ atletica leggera – commenta il presidente dell'Atletica Gorizia Maurizio Pecorari -. Accanto a loro vive e prospera un movimento giovanile che fa ben sperare per una ricomposizione di una squadra assoluta di livello in un prossimo futuro. Il merito di tutto ciò va ascritto senza dubbio alla splendida compagine di tecnici che quotidianamente lavorano con i nostri giovani e le loro famiglie». Secondo Pecorari il recente successo di Deborah Tripodi porta la firma indelebile dell'allenatore Sandro Brondani, che ha saputo scoprire, attendere e coltivare il talento della giovane goriziana. «Dopo l’uscita di scena di Ezio Romano l’atletica aveva bisogno di ritrovare, per rilanciarsi, una persona che ne replicasse carisma e competenza – dice Pecorari -: ecco che la sorte ci è venuta in soccorso nella persona di Sandro. Ma non bisogna dimenticare tutti gli altri nostri tecnici, e in tal senso cito i vari Lucio Blasig, Nino Luisa, Romano Facca, Fabio Milocco, Mauro Menotti, Gianni Bevilacqua e Lorenzo Biaggi». Senza contare che al “Fabretto” ci sono anche Elisa Bernt e Marinella Borghes a fare da “chiocce” a centinaia di “pulcini”, ovvero i piccoli atleti che si avvicinano

allo sport con la divisa dell'Atletica Gorizia. «Le nostre prospettive future sono dunque rosee – conclude Pecorari -, specie se alcune iniziative a sostegno dell'attività, e penso alle sponsorizzazioni, si realizzeranno come crediamo e speriamo».

Marco Bisiach

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro