Quotidiani locali

Alma a Bologna per l’impresa

Stasera alle 20.30 in diretta tv il confronto con la Fortitudo

TRIESTE. E il gran giorno è arrivato. Stasera alle 20.30 (diretta tv su Sportitalia) l’Alma sarà al PalaDozza per difendere il suo primato, finora ampiamente meritato, dall’assalto della Fortitudo Consultinvest Bologna.

La squadra di Eugenio Dalmasson ha due punti in più in classifica e un robusto +25 inflitto all’andata nel fortino dell’Arena. Vincendo stasera si lascerebbe la Effe a quattro lunghezze e con gli scontri diretti a favore: una sostanziosa polizza contro eventuali brutte sorprese nelle ultime dieci giornate della stagione regolare. In caso di sconfitta, Trieste verrebbe raggiunta ma dovrebbe almeno conservare un saldo attivo, fondamentale in caso di arrivo alla pari alla trentesima giornata.

Non ci sarà Matteo Da Ros. Nonostante le speranze e il lavoro svolto nei giorni scorsi, staff medico e tecnico hanno ritenuto d’intesa di non rischiare l’impiego del giocatore, dolorante a una caviglia. È ancora presto per capire se potrà venir utilizzato domenica in casa contro Ravenna mentre pare scontato che, se la preparazione non subirà intoppi, sarà della partita domenica 18 al Palaverde.

Per tamponare l’assenza di Da Ros servirà un’altra prova gagliarda di Laurence Bowers. La prestazione contro Bergamo ha consegnato un lungo Usa in condizione e rinfrancato, ritornato sui livelli della scorsa stagione a Ferrara. A proposito dell’esperienza estense, segnaliamo come finì nel marzo 2017 la sua gara al PalaDozza contro la Effe: Bowers segnò 30-punti-30 e Ferrara sbancò piazzale Azzarita. Insomma, Elbo ha già dimostrato di non tremare di fronte al muro biancoblù. Perchè, inutile nasconderlo, uno degli incubi della gara di questa sera è proprio il contorno a Fortitudo-Alma. PalaDozza esaurito già dal primo febbraio, una coreografia imponente e già predisposta nei minimi dettagli, metà Bologna - l’altra ha le Vu nere nel cuore - che aspetta questa gara da settimane. Stasera Trieste dovrà attraversare un campo minato e sarà indiscutibilmente la prova più difficile tra quelle affrontate dal giorno del raduno. Non sarà un semplice assaggio di play-off: sarà un assaggio della possibile finale, Treviso e Casale permettendo.

L’addio di Legion a Bologna potrebbe non rivelarsi un handicap per il team di Boniciolli/Comuzzo. Con un esterno Usa pronto a prendersi qualche tiro di troppo per rimpinguare lo score personale, gli emiliani offrivano comunque un punto di riferimento alle difese avversarie. Adesso ridistribuiranno i tiri con maggiore imprevedibilità. L’Alma dovrà cercare di ripagarli con la stessa moneta. Gli uomini per farlo li ha. Come Loschi, ad esempio, potenzialmente in grado di giostrare da guardia a 4 tattico e di uccidere con le triple. L’aria delle grandi sfide è in grado di esaltare Daniele Cavaliero, in ombra contro Bergamo

ma in grado comunque con un’invenzione, il gioco da 4 punti, di dare la svolta alla gara. Di sicuro, all’Alma servono garra e intensità dal primo minuto, ricordandosi di un particolare: in questa A2 finora un solo Palasport non ha mai conosciuto sconfitte. E non è il PalaDozza...

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro