Quotidiani locali

La Timavo volta pagina e trova subito un argento

Canottaggio, ottimo secondo posto di Russi-Buttignon ai Tricolori di fondo Il neo tecnico Lorenzo Tedesco: «Ottime risposte ai cambi nei metodi di lavoro»

MONFALCONE. È iniziata con il piede giusto l’era di Lorenzo Tedesco alla Canottieri Timavo. Per il nuovo tecnico della società biancoblù, che da inizio anno ha raccolto la pesante eredità di Claudio Cristin, subito una medaglia d’argento in una rassegna nazionale, conquistata da quello che sarà con tutta probabilità uno degli armi di punta della Timavo nella stagione 2018, ovvero il doppio pesi leggeri femminile di Francesca Russi e Stefania Buttignon. Per le due ragazze è arrivato un podio importante al Campionato italiano di Fondo disputato a Pisa, e resta anche il rammarico per uno sfortunato ordine di partenza che, in una gara tutta particolare come un percorso da 6mila metri, ne ha inficiato la corsa all’oro, svanito per soli 3”.

«In una gara così lunga e con mille varianti, 3” sono un’inezia – spiega il tecnico della Canottieri –: c’è il rammarico per un titolo italiano sfuggito di un niente (ad aggiudicarselo, le comasche della Lario, ndr) ma anche la soddisfazione di aver migliorato il quarto posto dello scorso anno, ottenuto nella stessa gara e nella stessa categoria».

Alla kermesse tricolore toscana hanno partecipato anche altri tre equipaggi della società del presidente Lorenzon, i doppi junior di Jacopo Zuzek-Marco Prodan e Riccardo Fulginiti-Thomas Scarpa, e quello Ragazzi di Manlio Itri-Valentino Murru, che hanno ottenuto dei buoni piazzamenti. «A questi equipaggi chiedevamo solo di dare il massimo e di fare esperienza – continua Tedesco – sono tutti al primo anno nella loro categoria, lavoreranno per migliorare e maturare. Le due coppie Junior, in particolare, erano equipaggi inediti, frutto dei test e delle prove che abbiamo fatto nell’ultimo mese e mezzo. Tra gli junior maschili abbiamo a disposizione sei elementi, comprendendo anche Andrea Cadenar e Thomas Argentin, nel corso dell’anno sceglieremo gli equipaggi più equilibrati in base allo stato di forma e alla regata».

In generale, il nuovo tecnico ha cambiato l’impostazione tecnica dell’intero settore. «Sì, abbiamo apportato diverse correzioni al sistema di lavoro – conclude l’allenatore triestino –, e sotto tutti i punti di vista, da quello tecnico a quello fisico. È un cambio di rotta rispetto al passato, anche per l’approccio mentale all’allenamento, e devo dire che le prime risposte della squadra (composta da 25 elementi, dai ragazzi ai senior, ndr) sono buone».

Il prossimo appuntamento è ora fissato a Torino, nella regata internazionale di fondo “Inverno sul Po”, in programma nel weekend del 10 e 11 febbraio. La Timavo schiererà al via due quattro

di coppia, uno junior e uno ragazzi, oltre a Francesca Russi e Simone Kresevic che saranno inseriti in equipaggi misti. Il calendario delle regate su distanze olimpiche invece inizierà a metà marzo, con la regata regionale di San Giorgio di Nogaro.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon