Quotidiani locali

calcio dilettanti 

In Prima l’Isontina si riscatta a Domio Per il Mladost tre punti preziosi

GORIZIA. Prendere una lezione di calcio in casa dall'ultima in classifica e sette giorni dopo sfiorare il colpaccio nella tana della prima della classe. Quest'Isontina non ha davvero mezzi termini:...

GORIZIA. Prendere una lezione di calcio in casa dall'ultima in classifica e sette giorni dopo sfiorare il colpaccio nella tana della prima della classe. Quest'Isontina non ha davvero mezzi termini: alzi la mano chi, dopo la scoppola subita tra le mura amiche ad opera della cenerentola Serenissima (uno 0-3 che non ammetteva repliche) avrebbe pronosticato la possibilità che Faggiani e compagni andassero sul campo del Domio a conquistare un punto andando vicinissimi al successo. Pochi probabilmente ci credevano: tra questi non c'era sicuramente mister Gianni Longo, che evidentemente in settimana ha saputo premere i tasti giusti per muovere il necessario orgoglio nei suoi, reduci da una delle prove più incolori dell'anno. E la strigliata, evidentemente, è servita: un po' ci ha messo lo zampino anche la fortuna, costringendo la capolista a giocare in 10 contro 11 per l'espulsione del proprio portiere (atterrato Woznjak) per quasi tutta la partita, ma si sa, la fortuna aiuta gli audaci, e l'Isontina è sicuramente andata a prendersela questa buona stella. E, tutto sommato, alla fine può anche recriminare: un rigore parso ai più netto ma non concesso dall'arbitro, tante occasioni respinte, un gioco nuovamente brillante. Il punto conquistato (1-1 il finale con gol di Visintin alla mezzora) cambia per ora poco in classifica, con l'Isontina pericolosamente terz'ultima, ma può tanto dal punto di vista del morale. E a sorridere non sono solo i giallorossoneri: Mariano e Fo.Re. Turriaco a parte (entrambe cadute contro le due squadre più in forma del campionato, rispettivamente per 3-0 a Ruda e per 3-1 contro la Serenissima), c'è motivo per essere positivi un po' ovunque nell'Isontino. A partire da Doberdò, dove il Mladost ha battuto 2-1 il tosto

Aquileia grazie ad una doppietta di Sangalli, proseguendo per Grado, con gli uomini di Nunez che hanno regolato per 2-0 il Sant'Andrea con le reti di Pinatti e Mosca. Ma rialzano la testa anche Villesse e Isonzo, che nel derby impattano 1-1: gol di Cuzzolin e Biondo. (m.f.)

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori