Quotidiani locali

Televita davanti al baratro rincorre i “punti salvezza”

Alla ripresa gli atleti di Jeroncic hanno davanti due test insidiosi: prima Conselve poi il Kioene. Senza l’appoggio di Biribanti e Kante la risalita sarà molto ardua

MONRUPINO. Si è concluso nel peggiore dei modi il girone di andata dello Sloga Tabor Televita, impegnato in B maschile. Un gennaio sfortunato, concluso con le due sconfitte consecutive, contro dirette rivali per evitare la zona calda della graduatoria. Ora, da terzultimo, è inutile negarlo, il Televita sta navigando in acque mosse e burrascose. Sono difatti gli ultimi tre, i posti che condannano le squadre del girone alla retrocessione. I posti che il Tabor, assolutamente, deve evitare. Non fanno riflettere le sole tre vittorie fino qui raggiunte in stagione, quanto piuttosto il bilancio assolutamente negativo negli scontri diretti. Nelle sfide tra le ultime cinque del ranking del girone, lo Sloga Tabor ha perso quasi contro tutte, contro Treviso, Mestrino e il Conselve Vigne Bagnoli, riuscendo a raccogliere i tre punti solo contro il Kioene. Certo, fanno ben sperare i successi a spese di Silvolley e di Massanzago, ma quando c'è da lottare per i tre punti e per la salvezza, contro contendenti affamate e combattive, la compagine biancorossa si è sempre liquefatta come neve al sole. Un attenuante c'è ed è palese: le defezioni e i problemi di formazione. Senza Biribanti, il bomber ternano è stato assente nelle ultime giornate, viene a mancare un importante terminale offensivo e un chiaro punto di riferimento. Ed inoltre Kante, così duttile e pronto al sacrificio in più ruoli, non può essere utilizzato da centrale, lasciando così la coperta corta e qualche problema da zona-3. A ciò si aggiunga la difficoltà in chiave offensiva di queste recenti partite, con i biancorossi penalizzati dalle polveri bagnate e da scarse percentuali, oltre all'incapacità di passare con continuità. Le problematiche fisiche che limitano le prestazioni dei sofferenti Bolognesi e Ivanovic, il passo indietro dei giovani, non particolarmente brillanti nelle due sconfitte recenti, corredano l'elenco delle variabili che stanno condizionando l'annata in casa Televita. La sosta, prevista a fine andata per permettere lo svolgimento delle varie Coppe nazionali e locali, permette senza dubbio di respirare, di spostare l'ansia e di provare a recuperare qualcuno degli infortunati. Ma non sarà facile. Alla ripresa, domenica 4, gli atleti di Jeroncic affronteranno il Conselve, poi il turno successivo il Kioene. Due test probanti e insidiosi, che mettono in palio punti d'oro in chiave salvezza. CLASSIFICA: Delta Alvainox Pviro 34 punti; Gori Wines Prata 33;

Tmb Monselice 26; Pall. Motta 23; Btm Lametris Massanzago 21; Venpa Valsugana Pd 20; Pieramartellozzo Cordenons 17; Silvolley Treb 14; Volley Treviso e Eagles Mestrino 11; Sloga Tabor Televita Trieste 9; ConselveVigne Cantine Pd 8; Kioene Padova 7.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro