Quotidiani locali

La Virtus cede nel finale la Coppa Fvg va a Udine

La squadra triestina di C femminile arriva con i migliori auspici fino all’ultimo quando il quadro si ribalta e l’eterna rivale Volleybas prende il sopravvento

SAN GIORGIO DI NOGARO. Che peccato Virtus! La squadra triestina, capolista della C femminile, arrivava alla finale con i migliori auspici. E l'esito dei primi due parziali, un netto 2-0 per la Ecoedilmont, lasciava ben sperare. Poi, come spesso capita nella finale in gara secca, ecco il cambiamento. La Coppa Fvg va dunque al Volleybas Udine, eterna rivale stagionale della Virtus. La finale pomeridiana femminile di Coppa è stata il punto centrale della giornata di pallavolo a S.Giorgio. Le due novità in sestetto base per la Virtus, sono il rientro di Nicotera in ala (al posto di Collarini, assente) e Guerriero in regia, a rimpiazzare una Milan acciaccata. Senza grosse difficoltà le triestine prendono subito il largo, garantendosi un vantaggio importante, 13-5. Il Volleybas non ci sta e risale 16-14, ma l'Ecoedilmont si garantisce nuovamente un comodo vantaggio (19-15 e poi 21-17). Nel finale, alcune lunghe azioni tengono gli spalti accesi, ma due errori delle verdi danno carta bianca alla Virtus che stacca il primo parziale per 25-21. Nella ripresa altro allungo Virtus, 15-9, t.out Volleybas e la confusione in seconda linea complica ulteriormente la situazione di Udine. La seconda metà del parziale parla triestino e il team di Cutuli allunga in maniera drastica, prima 20-13 e poi firma il 25-15. Prepotente reazione del Volleybas nel terzo, che sfrutta anche gli errori e la svagatezza delle rivali: 9-18 e 11-21 i parziali, in un set di chiara marca udinese. Le friulane ripartono cariche nel quarto, ma anche la Virtus sembra aver ritrovato motivazione e si cammina nuovamente di pari passo con continui pareggi fino al 10-10. Le giuliane infilano 3 attacchi ed un ace vincente e raggiungono il primo distacco rilevante (14-10). Valli tiene salda la seconda linea, e Trieste resta in testa fino al 18-14. Le udinesi di Ocello si avvicinano e trovano il pareggio, e allungano 21-23 con Nardone. Sul 22-23 l'azione chiave: schiacciata Virtus che sembra dentro, valutata fuori dagli arbitri. 22-24 e le reazioni e la rabbia della Ecoedilmont per la decisione, costano un rosso, forse esagerato, che manda le squadre sul 2-2. Quinto: al cambio campo il vantaggio è dell'Ecoedilmont (8-7), in testa sino al 10-7. A 5 punticini dal titolo si arresta la macchina-Virtus. Udine va alla pari, supera e sprinta 11-15, con un 8-1 di parziale nella fase più delicata. Uno sprint che vale la Coppa. Il premio di Mvp per la categoria femminile va a Asia Flaiban, libero udinese. *** MASCHI Nella finale maschile, quella che ha aperto il pomeriggio di sfide a San Giorgio, la capolista del girone regionale di C ha vinto il trofeo: Ap Mortegliano ha difatti sconfitto senza dubbi per 3-0 (20, 25, 16) i Villains Farmaderbe, aggiudicandosi con ampio merito l'alloro regionale. Primo set in equilibrio sino al 17-17, poi Ap sul 22-19 e break sino al 25-20. Grande incertezza nella ripresa sino al 25-25, poi due diagonali precise e calibrate danno al Mortegliano il 2-0. e i friulani dilagano nel terzo, vinto facilmente. PREMIAZIONI Mattinata intensa di lavori, comunicati e premiazioni per le società regionali coinvolte a San Giorgio. Il presidente di Fipav Fvg Michelli ha salutato i presenti, e ha premiato le squadre vittoriose nei vari campionati del 2016-17,

le società che hanno ottenuto il marchio di qualità giovanile e quelle che hanno collaborato per le attività delle rappresentative. Saluti anche dallo staff di Fipav Fvg, dalle autorità e intervento del sindaco di San Giorgio, Pietro Del Frate.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Trieste Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori